Anya Taylor Joy: la regina degli scacchi conquista il mondo

Anya Taylor Joy sta vivendo un momento davvero magico: grazie alla “Regina degli scacchi” sta riscuotendo un successo enorme.

Lei però è un’attrice fuori dagli schemi: nonostante la sua bellezza sia evidente a tutti, e che abbia lavorato come modella sotto l’ala protettrice della booker di Kate Moss, non si vede bella. Sostiene che ha gli occhi troppo grandi e le labbra imbronciate: questo non la renderebbe bella ma, secondo il suo parere, solo molto strana. Ci permettiamo di dissentire, e lo facciamo a gran voce.

Ha origini anglo-argentine, ma lei si sente latina in tutto e per tutto. E come potrebbe non esserlo? Cresciuta tra Buenos Aires e Miami, non poteva che uscire tutta la sua alma latina che si esprime in abbracci costanti a tutti (prima della pandemia ovviamente). D’altronde gli inglesi non sono certo famosi per la loro espansivitá.

Dopo un’infanzia latina, la sua famiglia si trasferisce a Londra dove iniziarono i tempi difficili. Dopo il trasferimento, per due anni, si è rifiutata di parlare inglese: si sentiva sola, in una terra che non conosceva, e le lacrime scorrevano copiose. Pare che questo l’abbia aiutata a interpretare così bene Beth nel “La Regina degli scacchi”.

Anya era solo una bambina, e pensava che se non avesse parlato inglese i suoi genitori l’avrebbero rimandata in Argentina. Ovviamente non era possibile, quindi iniziò ad imparare la lingua leggedo Harry Potter e diventando competente in incantesimi e pozioni. Orgoglio di Minerva McGranitt.

Le sue origini miste si trasmettono nelle sue passioni: adora mangiare empandas e guardare Harry Potter. É una donna estremamente intelligente, tanto che le basta leggere il copione una volta sola per memorizzarlo.

Anya Taylor Joy e Beth Harmon

Anya Taylor Joy
Anya Taylor Joy

Beth é una ragazza orfana che trova negli scacchi il suo posto nel mondo. Anya é una ragazza che spesso si è sentita sola, e ha trovato il suo posto con la recitazione. Entrambe determinate, intelligenti e solitarie non si fidano del prossimo, e questo affina il loro intelletto.

Anya Taylor Joy si è innamorata di Beth a prima vista: si è riconosciuta in quella ragazza sola e ferita, che non trova il modo di incastrarsi con la società se non attraverso gli scacchi. Tanto ha amato questo personaggio, che è andata a cercare il direttore Scott Frank per avere l’opportunità di interpretarla.

Beth con tutte le sue problematiche, ha insegnato ad Anya a prendersi cura di sé stessa. Se fino a quel momento i personaggi venivano prima di lei, dopo Beth, Anya Taylor Joy ha imparato a dormire le ore giuste e a mangiare sano, a prendersi cura di sé dentro e fuori. Interpretare Beth é stato bello ma anche faticoso, perché stare dentro al suo cervello non pare essere una cosa tanto facile.

Beth è sempre sulla difensiva, il che la rende un asso negli scacchi ma una persona emozionalmente difficile da interpretare. Anya Taylor Joy ha dovuto imporsi di staccare da Beth, tanta era la connessione con il personaggio che le sue emozioni si trasferivano sull’attrice.

Any Taylor Joy: un’attrice sulla cresta dell’onda

Anya Taylor Joy
Anya Taylor Joy

In soli 6 anni é diventata una star di Hollywood, e la vedremo ancora in molti film e serie TV in futuro.

Nessuna novità per quanto riguarda la nuova stagione di Peaky Blinders, di cui è una delle protagoniste, ma quest’anno la vedremo in Emma pellicola tratta dalla celeberrima novella di Jane Austin, in “The North man” e in uno spin off di “Mad Max”.

Non ha molto tempo libero a quanto pare, ma quel poco che le rimane lo sta dedicando ad apprendere nozioni di pasticceria. Dopotutto, dice, il massimo che può succedere è che un dolce non lieviti: piccoli problemi che rilassano la nostra Anya Taylor Joy.

Tania Carnasciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0