Rassegna stampa di oggi: governo Conte 2 appeso a un filo

Ci siamo: oggi è il giorno della resa dei conti. Dopo aver staccato il pass sulla fiducia alla Camera, il governo Conte si gioca tutto nella giornata odierna al Senato. Il Primo Ministro, dopo la crisi di governo aperta da Matteo Renzi, è giunto alla conta finale dei voti. I pericoli, in questo caso, arrivano da tutte le parti. Basterebbero pochissimi franchi tiratori per rendere vani gli sforzi dell’ultima settimana. Al contempo, oggi capiremo se Conte ha trovato i “costruttori necessari” per andare avanti. Sarà una giornata di fuoco.

I principali quotidiani: Conte appeso a un filo, si attende il giudizio del Senato

Quello che è stato appena introdotto è anche il tema dei principali quotidiani nazionali. Il Corriere della Sera usa un evocativo “Conte alla sfida finale” per descrivere il delicato momento. Un ulteriore conferma viene dalle parole di Zingaretti, riportate nel sottotitolo: “La strada è strettissima”. Giusto per rendere l’idea di quanto ogni singolo voto sia fondamentale.

La Stampa, con il suo titolo, riesce a rendere ancora meglio l’idea di instabilità che sta vivendo il Governo. L’appello di Conte “Aiutateci” sa davvero di ultima spiaggia. In caso fosse confermato il sì, rimpasto garantito entro fine gennaio.

La Repubblica, a differenza delle altre due testate, pone un focus anche sulle promesse che Conte ha fatto in caso venisse confermato il nuovo governo: patto di legislatura, proporzionale e autorità delegata sui servizi segreti nostrani.

Perché vincere oggi è così importante per la maggioranza? Il patto stilato a inizio mandato

In ogni caso, va posto l’accento su un particolare problema che sta molto a cuore alla politica italiana: tra poco più di un anno sarà necessario eleggere un nuovo Presidente della Repubblica. Il governo incaricato della scelta avrà a propria disposizione la possibilità di nominare l’uomo che indirizzerà la scena politica italiana per i prossimi sette anni. Vincere oggi, per gli europeisti, significa non lasciare la poltrona più importate dello Stato ai sovranisti. Ecco perché vincere oggi conta di più, per il governo Conte.

Il patto tra Renzi, quando ancora era al PD, e il Movimento 5 Stelle si rese necessario proprio per evitare che ciò accadesse. Ecco perché, agli occhi di chi ha memoria, questa crisi appare ancor più senza senso.

Le opposizioni si scagliano contro il governo: pronta la batosta finale al governo Conte

governo-conte-stampa
governo-conte-stampa

I quotidiani di opposizione, invece, sentono l’odore del sangue, e fanno all-in contro l’attuale esecutivo. Libero, infatti, attacca Conte sul piano vaccinale “Non sa comprare i vaccini, però chiede la fiducia”. Il riferimento è, ovviamente, al taglio delle dosi di vaccino anti-Covid 19 in arrivo in Italia a causa dei ritardi di Pfizer. Spazio anche per Giorgia Meloni e Matteo Salvini. La leader di Fratelli d’Italia attacca con tutta la ferocia che ha a disposizione l’esecutivo: “Che mercimonio, mi vergogno”. La Lega si limita ad un più generico “dimissioni subito”.

Il Giornale, invece, mantiene toni decisamente più neutrali: “Soldi agli italiani, seggi ai transfughi: voto di scambio” è il titolone del quotidiano. Viene riportata anche la notizia del cambio di bandiera di Renata Polverini, da Forza Italia passa al gruppo ConTe. Sarà lei una delle stampelle del governo Conte.

“Renzi chi?” Il Fatto Quotidiano si mostra fin troppo ottimista

Il Fatto Quotidiano, invece, si mostra velatamente ottimista sulle possibilità di conferma del Governo. “Renzi chi?” è il titolone a tutta pagina che presenta il quotidiano di Travaglio, in riferimento alle porte chiuse in faccia dalla maggioranza a Italia Viva. Il giornale si è preso la briga di fare i conti in tasta a Conte: a quanto pare i senatori a suo favore, al momento sono 155. Ne mancherebbero sei per la maggioranza assoluta, ma si aspettano alcuni franchi tiratori tra le fila di Italia Viva e dell’Udc. Il voto è appeso a un filo.

Alex Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0