Lo Studio Ovale di Joe Biden: spazio ai cambiamenti

Lo Studio Ovale di Joe Biden: “Era importante che somigliasse all’America”

Il trasloco alla Casa Bianca di Joe Biden è avvenuto mercoledì, in pochissime ore, durante la cerimonia di inaugurazione: i membri dello staff hanno rimosso ogni effetto personale dell’ex presidente Donald Trump, e lasciato campo all’insediamento di Biden.

Forse però non tutti sanno che il presidente e la first lady avevano lasciato istruzioni precise sull’arredamento, soprattutto quello dello Studio Ovale, simbolo del potere degli Stati Uniti.

«È solo l’inizio, ma era importante entrare in un ufficio che assomigliasse all’America», ha spiegato così Ashley Williams, vice direttrice delle operazioni per lo Studio ovale.

I simboli, si sa, sono fondamentali. E nella Casa Bianca, icona di democrazia e potere, lo sono ancor di più.

I cambiamenti di Biden per lo Studio Ovale

Secondo il Washington Post, Biden ha scelto per il suo nuovo ufficio busti e ritratti dei grandi leader americani, così da mostrare all’America ed al mondo intero quali sono gli esempi che intende seguire.

Dunque, via il ritratto di Andrew Jackson, presidente che firmò l’Indian Remove Act causando la morte di tantissimi nativi: al suo posto Rosa Parks, Martin Luther King ed il volto di Benjamin Franklin.

Il Washington Post riferisce che il ritratto di Franklin è situato accanto ad alcune rocce lunari, a dimostrazione del forte interesse per la scienza del presidente.

L’intero ufficio ruota intorno ad un ritratto di Roosevelt, appeso esattamente di fronte al Resolute Desk: il ritratto di un presidente “che ha guidato il Paese attraverso grandi crisi“, così spiega il Post, stessa sorte che sembra essere toccata a Biden.

Ci sono poi i ritratti di George Washington, Abraham Lincoln e dei padri fondatori Alexander Hamilton e Thomas Jefferson: questi ultimi erano spesso in disaccordo, ed i loro ritratti sono stati appesi uno accanto all’altro in memoria del fatto che «le opinioni discordanti, espresse nei limiti della costituzione, siano essenziali per la democrazia».

Studio Ovale - Biden
Studio Ovale – Biden
(ph. ArizonasFamily)

Troneggia accanto al camino anche il busto di Robert F. Kennedy, accanto a quello di Martin Luther King Jr., insieme a quelli di Rosa Parks, icona della lotta alla segregazione, l’ex first lady Eleanor Roosvelt e la scultura di un cavallo e un cavaliere Chiricahua Apache di Allan Houser.

Secondo il Post, quest’ultima era in precedenza appartenuta al defunto senatore Daniel Inouye, un democratico eletto nelle Hawaii.

Il busto di Winston Churchill è invece stato rimosso.

Sono state sostituite persino le tende e la moquette, mentre il resto del mobilio fa parte della collezione della Casa Bianca.

La Resolution Desk, la scrivania del presidente, è rimasta infatti la stessa: e Biden sceglie di “arredarla” con pochissimi oggetti, tra cui una tazza con piattino da caffè ed una scatola di penne.

Lo Studio Ovale ed i simboli per gli immigrati

Nello Studio Ovale oggi ci sono anche numerosi rimandi ad alcuni simboli per gli immigrati: tra le foto di famiglia di Biden spicca il busto in bronzo di Cesar Chavez, sindacalista e attivista per i diritti degli ispanici, insieme a quello del presidente Harry Truman.

L’opera, realizzata dall’artista Paul Suarez, raffigura un uomo che ha lottato a lungo per i diritti dei lavoratori agricoli in America. Ed il busto è arrivato nello Studio Ovale lo stesso giorno in cui il presidente Biden ha proposto una nuova legge sull’immigrazione che permetterà agli agricoltori privi di documenti di richiedere immediatamente le green card.

Una piccola curiosità: Julie Chavez Rodriguez, direttrice dell’Ufficio per gli affari interrogativi della Casa Bianca, è proprio la nipote di Cesar Chavez.

Studio Ovale: la nuova poltrona del presidente

Joe Biden ha inoltre scelto personalmente la sua nuova poltrona: di pelle marrone, trapuntata, meno imponente di quella utilizzata da Trump.

Inoltre, le bandiere dei corpi d’arma americani inseriti da Trump, sono stati rimossi.

Non possono certo mancare le foto di famiglia: immagini allegre di una famiglia numerosa, dell’amato figlio Beau, e di tutti quelli hanno accompagnato il nuovo presidente a Washington il giorno dell’inaugurazione.

Lo Studio Ovale è un simbolo importante, forse il simbolo che più conta nel mandato di un presidente: esprime forza, potenza, democrazia.

E Biden, lo ha decisamente capito.

Studio Ovale - Biden
Studio Ovale – Biden (ph. LBC)

 

Martina Bruno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0