Suprematismo bianco: arrestati in tutta Italia

Suprematismo bianco: questa mattina la polizia ha eseguito vari arresti, tra cui quello di un 22enne di Savona accusato di istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale aggravata dal negazionismo.

Il giovane e altri arrestati, hanno messo in piedi attività volte a denigrare persone di etnia diversa, e soprattutto all’istigazione della violenza nei loro confronti.

Suprematismo bianco
Suprematismo bianco

Cosa è il suprematismo

Si tratta di un movimento secondo il quale la “razza bianca” sarebbe superiore alle altre. Uno dei movimenti suprematisti più famosi é il Ku Klux Klan, che negli Stati Uniti è un vero e proprio circolo di persone che propagandano la supremazia dei banchi sugli altri.

Anche all’interno della cosiddetta razza bianca, ci sono distinzioni: ad esempio gli ebrei non venivano considerati veri bianchi, motivo per cui furono perseguiti. Il movimento nasce in America durante la guerra civile, ma arriva intanto finirai giorni nostri, espandendosi nel mondo a macchia d’olio.

Fenomeno espressione per eccellenza del suprematismo, oltre al l’olocausto, è anche l’Apertheid che nacque in Sudafrica nel 1948 e cessò nel 1990.

Molto spesso il suprematismo si lega al fanatismo religioso, mescolando un’esagerata fede ad idee estremiste.

Suprematismo bianco
Suprematismo bianco

Suprematismo italiano

Generalmente, in Italia, il suprematismo va di pari passo con l’ultradestra: movimenti che si ispirano a fascismo e nazismo, perpetrano la violenza e la discriminazione.

Gli arresti di questa mattina ci confermano che questo fenomeno è ben lungi dall’essere sconfitto. Il suprematismo ha radici profonde e radicate, ed è spesso fomentato da una parte di politica basata sul populismo e alla ricerca del consenso facile.

Le idee alla base del suprematismo bianco, sono estremiste e violente ma riscuotono molto successo tra chi sostiene che questi siano gli unici modi per ripristinare ordine e disciplina. Movimenti come questo sono in netto contrasto con i principi democratici, che prevedono l’uguaglianza e il rispetto dell’altro, oltre ad essere in piena contraddizione con tutte le costituzioni democratiche moderne, basate sulla dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.

Tania Carnasciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0