Larry King il conduttore veterano di talk show, è morto a 87 anni

È morto Larry King il conduttore veterano di talk show

Larry King il conduttore di talk show è morto a causa del Covid19 a Los Angeles. Aveva 87 anni.

Attraverso una dichiarazione pubblicata su Twitter, sappiamo che King è morto al Cedars-Sinai Medical Center. Era stato ricoverato lì per la prima volta all’inizio di gennaio dopo aver contratto il COVID-19, ed era uscito dall’unità di terapia intensiva due giorni dopo.

 

“Che stesse intervistando un presidente degli Stati Uniti, un leader straniero, una celebrità, un personaggio scandaloso o un uomo qualunque, a Larry piaceva fare domande brevi, dirette e non complicate. Credeva che le domande concise di solito fornissero le migliori risposte, e non aveva torto in questa convinzione”. 

 

Conduttore radiofonico di lunga data a livello nazionale, dal 1985 al 2010 è stato un appuntamento fisso sulla CNN, per cui ha vinto molti premi, compresi due premi Peabody.

Con le sue interviste alle celebrità, i dibattiti politici e le discussioni di attualità, King non era solo una personalità costante in onda.

Si distingueva anche per la curiosità che portava ad ogni intervista, sia che interrogasse la vittima di un’aggressione conosciuta, come per il “Central Park Jogger” o l’industriale miliardario Ross Perot, che nel 1992 scosse il concorso presidenziale annunciando la sua candidatura nello show di King.

Larry King il conduttore
Larry King il conduttore

Larry King il conduttore e intervistatore, un’esempio per gli USA

Nei suoi primi anni, il “Larry King Live” aveva sede a Washington, D.C., il che dava allo show un tocco professionale.

Allo stesso modo Larry King, conduttore e semplice intermediario spingeva i pezzi grossi di Beltway a raggiungere il loro pubblico, guadagnandosi il prestigio dello show come un luogo dove le cose accadevano, dove si facevano notizie.

King ha condotto circa 50.000 interviste in onda. Nel 1995 ha presieduto un summit di pace in Medio Oriente con il presidente dell’OLP Yasser Arafat, il Re Hussein di Giordania e il primo ministro israeliano Yitzhak Rabin. Ha accolto tutti, dal Dalai Lama a Elizabeth Taylor, da Mikhail Gorbaciov a Barack Obama, da Bill Gates a Lady Gaga.

King si vantava di non prepararsi mai troppo per un’intervista. Il suo stile non conflittuale rilassava i suoi ospiti e lo rendeva facilmente relazionabile al suo pubblico.

“Non pretendo di sapere tutto”, disse in un’intervista del 1995 all’Associated Press.

In un periodo in cui la CNN, era considerata politicamente neutrale e King era l’essenza dell’informazione, figure politiche e persone al centro di controversie avrebbero cercato il suo show.

Era noto per ottenere ospiti che erano notoriamente sfuggenti. Frank Sinatra, che raramente rilasciava interviste e spesso si scagliava contro i giornalisti, parlò con King nel 1988 in quella che sarebbe stata l’ultima grande apparizione televisiva del cantante.

“Perché sei qui?” Chiede King. Sinatra risponde: “Perché mi hai chiesto di venire e non ti vedevo da molto tempo, ho pensato che dovevamo incontrarci e chiacchierare, parlare di un sacco di cose”.

Dopo una settimana di gala per il suo 25° anniversario nel giugno 2010, Larry King il conduttore, ha annunciato che si sarebbe ritirato dal suo show ai suoi spettatori: “È ora di appendere le mie bretelle notturne“. A essere nominato come suo successore nella fascia oraria, il giornalista e personaggio televisivo britannico Piers Morgan.

Il suo account Twitter è diventato un revival di una rubrica di USA Today che ha scritto per due decenni piena di pensieri unici e disarticolati.

All’inizio del 2021, la CNN ha riferito che King era stato ricoverato per più di una settimana per aver contratto il COVID-19.

Attraverso le sue battute d’arresto ha continuato a lavorare fino alla fine dei suoi 80 anni, lasciando un ricordo indelebile in tutto il mondo.

“Lavoro”, disse una volta King. “È la cosa più facile che faccio”.

Larry King il conduttore
Larry King il conduttore

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0