El Chapo asiatico, arrestato ad Amsterdam: In manette il capo di un impero della droga

È stato fermato all’aeroporto olandese di Schiphol mentre si stava imbarcando per il Canada. SI tratta di uno degli uomini più ricercati dalla polizia da oltre 10 anni.

La polizia olandese ha arrestato ad Amsterdam il capo di uno dei più grandi imperi asiatici della droga.

Non è stato specificato il nome dell’arrestato, ma le autorità ritengono si tratti di Tse Chi Lop, un cinese naturalizzato canadese, noto come ‘El Chapo asiatico’, a capo di un impero da 70 miliardi di dollari che gestisce il traffico di droga in tutta l’Asia.

El Chapo asiatico: Arrestato dopo avergli dato la caccia per oltre 10 anni

Tse Chi Lop, 56 anni, è uno degli uomini più ricercati al mondo. La polizia australiana gli ha dato la caccia per oltre 10 anni, e ora il governo ne chiederà l’estradizione: secondo l’Australian Federal Police, il suo impero è responsabile del 70% delle droghe che entrano nel Paese.

Ma secondo le stime dell’agenzia dell’Onu per la droga e il crimine, ‘El Chapo asiatico’ detto anche Sam Gor, controllerebbe tra il 40% e il 70% delle vendite di droga, con particolare dedizione alla metanfetamina dell’intera regione.

El Chapo asiatico
El Chapo asiatico

All’operazione per l’arresto del re della droga asiatico, che negli ultimi anni si era spostato in continuazione tra Macao, Hong Kong e Taiwan, hanno partecipato i servizi di intelligence di oltre 20 Paesi, ma il mandato di arresto è stato emesso nel 2019, con la polizia dei Paesi Bassi che agisce per conto dell’Interpol.

Il 56enne è stato fermato a Schiphol prima di imbarcarsi su un volo diretto in Canada.

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0