Hacker violano noto sito di incontri, rubati i dati di 2,28 milioni di utenti

Degli hacker violano il sito d’incontri Meetmindful, fondato nel 2014, rubando dati e dettagli di oltre 2,28 milioni di utenti registrati. Tra questi: nomi, email, indirizzi, date di nascita, indirizzi IP, geolocalizzazioni e credenziali per accedere a Facebook.

La strategia utilizzata per ricavare tutto questo, generalmente è il sextortion, una pratica utilizzata da malintenzionati che scrivono agli utenti colpiti minacciandoli di rendere pubbliche le loro informazioni, a meno che non paghino un riscatto.

Non è di certo la prima volta che gli hacker violano attraverso il “sextortion”. Quante volte è capitato di sentir parlare di profili twitter violati e hackerati pubblicando i dati sensibili di vari volti noti dello spettacolo, al solo scopo di avere un compenso economico?

hacker violano
hacker violano

Degli Hacker violano un sito d’incontri: Dati rubati e condivisi

“I dati rubati, un file da 1,2 GB, sembrano essere la prova di un furto del database degli utenti”

Spiega il sito ZDnet che riporta la notizia,

“Sono stati condivisi come download gratuito su un forum di hacking accessibile pubblicamente”.

Gli Hacker violano un file della dimensione di 1,2 GB. Il contenuto di questo pacchetto include una grande quantità di informazioni personali, fornite da ciascun utente durante la configurazione del proprio profilo, sul sito MeetMindful e sulle app per i dispositivi mobili, ma non i messaggi scambiati dagli utenti.

Il file trapelato è stato visualizzato all’incirca 1.500 volte e quasi sicuramente scaricato. I dati sono stati rilasciati da ShinyHunters, che all’inizio di questa settimana ha già fatto trapelare i dettagli di milioni di utenti registrati su Teespring, un portale che consente agli utenti di creare e vendere abbigliamento personalizzato.

Un precedente pressoché simile, ma di entità nettamente superiore, si è verificato nel 2015 quando è stato violato il sito Ashley Madison, attivo anche in Italia, a causa di cui furono pubblicati i dati di 32 milioni di persone.

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0