Biden: gli ordini esecutivi chiedono l’espansione dei vantaggi SNAP e la sicurezza COVID sul posto di lavoro

Tra i moltissimi ordini esecutivi emessi dal Presidente Joe Biden nei suoi primi due giorni, sono due in particolare ad avere un forte impatto sull’industria alimentare.

Egli, infatti, ha promesso di adottare un approccio diverso per affrontare la pandemia COVID-19 durante la sua prima settimana in carica ed ha emesso, quindi, due ordini esecutivi sia in relazione ai lavoratori vulnerabili, che per gli americani con scarse risorse alimentari.

Biden, quindi, con l’Ordine esecutivo sulla protezione della salute e sicurezza dei lavoratori, promette di emanare linee guida che possano aiutare i lavoratori a stare al sicuro dall’esposizione del coronavirus, anche per quanto riguarda l’uso di mascherine.

Questa misura verrà portata avanti con un lavoro sinergico tra Stato ed amministrazioni locali, per proteggere i dipendenti e far rispettare i requisiti di salute e sicurezza, anche introducendo risorse aggiuntive per i datori di lavoro.

L’ordine richiede che il Segretario del lavoro, emetta le linee guida entro le prossime due settimane. Mette in moto, inoltre, sforzi ancora più intensi da parte dell’Occupational Safety ans Health Administration (OSHA), affermando che sarà lanciato un programma nazionale sulle violazioni che mettono a rischio i lavoratori.

Assieme a questo, ci sarà una campagna di sensibilizzazione multilingue per informare i lavoratori e i loro rappresentanti ai sensi della legge applicabile.

Gli ordini esecutivi sulla carne

Nonostante la carne non sia menzionata esplicitamente, nell’attenzione ai grandi focolai, ci potrebbe essere un obiettivo specifico per l’industria del confezionamento della carne, che è stata uno dei maggiori hotspot covid-19.

Durante l’amministrazione Trump c’erano state alcune sanzioni, seppur misere, ad alcuni confezionatori dopo aver scoperto che una larga parte dei dipendenti erano risultati positivi.

ordini esecutivi di joe biden- fonte dailymail.co.uk
ordini esecutivi di joe biden- fonte dailymail.co.uk

Biden e gli ordini esecutivi a tutela degli americani affamati

Allora, Biden si concentrerà anche su un ordine esecutivo che affronterà la crisi della fame che è sempre più crescente e ha raggiunto i 29 milioni di americani e fino a 12 milioni di bambini, chiedendo al dipartimento degli Stati Uniti dell’agricoltura di considerare un’estensione dei programmi federali di assistenza nutrizionale.

A dicembre il Congresso ha fornito finanziamenti per banchi alimentari e pasti scolastici, però purtroppo non sono queste le misure in grado di sconfiggere per sempre la crisi alimentare dello Stato.

Per questo il Presidente chiede un supporto ulteriore per garantire che tutti gli americani, abbiano accesso a generi alimentari sani e convenienti, estendendo del 15% il programma si assistenza nutrizionale supplementare (SNAP) e investendo 3 miliardi di dollari per aiutare donne, neonati e bambini e ottenere il cibo di cui hanno bisogno.

Insieme a questo, ci sarà anche un piano che comprenderà tre punti fondamentali:

  • Biden richiederà un maggiore accesso al cibo nutriente per i bambini che saltano i pasti a causa della chiusura delle scuole sotto forma di benefici maggiori;
  • Il Presidente chiede che gli aumenti di emergenza SNAP siano messi a disposizione a più famiglie bisognose
  • L’ordine esecutivo, infine, richiederà di aggiornare i benefici in relazione al costo reale di una dieta sana di base e la realtà economica che una famiglia in difficoltà deve affrontare quando desidera comprare e preparare cibo sano.

MargheritaGiacovelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0