Blitz antimafia a Palermo: i clan gestivano anche gli aiuti durante la pandemia

Blitz antimafia a Palermo: 16 arresti nel quartiere Zen per associazione mafiosa, tentato omicidio, estorsioni, danneggiamenti, minacce aggravate, detenzione abusiva di armi da fuoco. Le indagini nello specifico riguardano il capomandamento Tommaso Di Natale e gli arresti sono avvenuti, oltre che un quella di Di Natale, anche nelle famiglie Partanna Mondello e Zen-Pallavicino.

Giuseppe Cusimano tra gli arrestati nel blitz antimafia a Palermo

Il suo ruolo è abbastanza peculiare: Giuseppe Cusimano era infatti il referente per le famiglie indigenti del quartiere Zen. A lui si rivolgevano le famiglie povere in cerca di aiuti, durante il lockdown.

Blitz antimafia a Palermo
Blitz antimafia a Palermo

La polizia rende noto che in questo modo le cosche cercano il consenso popolare, diventano un punto di riferimento per gli abitanti del quartiere i quali si rivolgono a loro in caso di bisogno.

Il riconoscimento sociale e la presenza solida sul territorio, sono elementi fondamentali per consolidare il potere mafioso: nel momento in cui le persone si rivolgono alle cosche quando hanno bisogno di qualcosa, il potere mafioso si rafforza e si consolida.

Blitz antimafia a Palermo
Blitz antimafia a Palermo

Siamo portati a pensare che la mafia operi soprattutto in contesti illegali, ma questo è vero solo in parte. I guadagni provenienti da attività illecite sono enormi, e spesso vengono reinvestiti in attività lecite.

Questo consolida la presenza delle cosche sul territorio, che diventano sempre più radicate e ben inserite nel contesto sociale. Si diffondono a macchia d’olio le attività gestite da personaggi mafiosi, impedendo di fatto la libera concorrenza tra imprese.

Tutti sanno chi sono i personaggi di spicco, che ormai sempre meno vivono nascosti e lontani dalla popolazione, e come abbiamo visto si convertono addirittura in punti di riferimento importanti in tempi di crisi.

Blitz antimafia a Palermo
Blitz antimafia a Palermo

Il blitz di stamani a Palermo dimostra come le cosche sappiano cogliere ogni opportunità e abbiano agganci che permettano loro di inserirsi in contesti importanti. Ma questo, purtroppo, lo sapevano già.

Tania Carnasciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0