Fine del Governo Conte: rassegna stampa del 26/01

Oggi è un giorno decisivo per il Governo Conte, l’ultimo del secondo mandato. Per la seconda volta, l’esecutivo cade per scelta di uno degli alleati: prima Matteo Salvini, quando il patto di governo era stato stretto tra pentastellati e Lega, oggi Matteo Renzi, che controlla un gruppo di senatori necessari per l’esecutivo.
Il Premier ci ha provato in tutti i modi ad evitare la fine del governo Conte: cercando di placare Matteo Renzi, in prima battuta, e poi cercando i cosiddetti responsabili. Non è riuscito nel suo intento.

Fine del Governo Conte: come hanno trattato la notizia i quotidiani nazionali?

Fine del Governo Conte
Fine del Governo Conte

Il Corriere della Sera apre il proprio quotidiano con “Conte si dimette e ci riprova. […] Si a una maggioranza allargata, verso il rientro di Italia Viva”. I sondaggi, infatti, prevedono che la soluzione per ricomporre un governo sia quella di trovare un nuovo gruppo di Senatori più folto, con il rientro di Italia Viva. La parola chiave potrebbe essere discontinuità: nonostante il sostegno di PD e 5Stelle, non è detto che Conte sia nuovamente Premier. Situazione che viene fotografata perfettamente da La Repubblica: “Conte si dimette. È crisi al buio”.

Anche La Stampa si focalizza sulla fine del Governo Conte “Conte si arrende, scontro sul reincarico” è il titolo del quotidiano torinese. La crisi al centro, ma anche le prospettive future sono al centro dell’analisi del giornale. Ecco allora che viene dipinto uno dei giochi di palazzo più intricati mai visti: Renzi, per rientrare, vorrebbe Di Maio a Palazzo Chigi, per spaccare l’alleanza tra PD e 5Stelle e isolare il Premier.

I quotidiani di opposizione banchettano sul cadavere del Governo

Libero celebra la caduta del Governo, ma non festeggia, conscio di un possibile ritorno del Conte ter. Allora meglio continuare ad attaccare il simbolo di questo esecutivo: “Un uomo solo allo sbando. Conte in uscita, ma minaccia di tornare” è il titolo a tutta pagina del quotidiano di Vittorio Feltri. Sugli stessi toni anche il Giornale.

Il Fatto Quotidiano offre una disamina lucida: le motivazioni che portano alla caduta del Governo Conte

Decisamente tragico è il titolo del Fatto Quotidiano, che regala alla fine del Governo Conte un titolo tutta pagina: “Conte va a casa e Berlusconi al Quirinale“. Poche parole, ma che sanno di sconfitta. Continua, poi, la disamina nel sottotitolo: “Decide Mattarella: i responsabili non si palesano, il capo del governo lascia. Il Colle “Reincarico solo con i numeri”. Pd-5S-Leu: Conte3 allargato, no a Iv. Le destre esultano”. Tante frasi brevi, coincise, ma che segnano la fine dell’esperienza di Governo giallorossa. Una resa arrivata nella maniera più tragica possibile.

Alex Rossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0