Renzi al Quirinale: si a qualsiasi Governo basta che non si vada al voto

Renzi al Quirinale conferma la sua linea: non ha fatto in nome di Conte, ma resta aperto a qualsiasi Governo sia istituzionale che politico.

Come da previsione non si è sbilanciato, dichiarandosi a favore di qualsiasi scelta farà il Presidente della Repubblica Mattarella.

Nei giorni scorsi aveva denunciato la compravendita di poltrone in Parlamento, che ormai pare essere un business consolidato. Il Parlamentare Vitali in 24 ore si è detto favorevole a sostenere Conte, poi una telefonata con Berlusconi e Salvini in cui ricordavano i bei vecchi tempi trascorsi insieme, é bastata per fargli cambiare idea. Il potere dei ricordi.

Renzi al Quirinale
Renzi al Quirinale

Tornando a Renzi, continua a denunciare lo scambio di soldi e poltrone in Parlamento, e fieramente porta alla luce il fatto che Italia Viva ha rinunciato alle poltrone per dire la sua sulla crisi. Ancora non è chiaro quale sia l’opinione che portano avanti, ma forse quando verrà eletto il vincitore lo scopriremo.

Lungi da noi giudicare, ma Renzi é famoso per non prendere posizioni: lancia il sasso e nasconde la mano. Fa saltare il Governo, ma non portone alternative valide; non appoggia Conte però non fa altri nomi. Denuncia gli scandali altrui, ma intanto si blinda con i suoi per decidere come andare avanti. Niente di nuovo sotto il sole della politica italiana.

Renzi al Quirinale é lotta aperta con il Pd

Renzi al Quirinale
Renzi al Quirinale

Renzi un tempo era parte integrante del PD, ne era segretario, ma poi ha deciso di far implodere il partito e mettersi per conto proprio. C’era in palio la poltrona di Presidente del Consiglio, e non se l’è lasciata scappare.

Oggi Italia Viva e Partito Democratico sono in lotta aperta. L’ex partito di Renzi sostiene Conte, e la responsabilità di andare avanti con questo Governo, mentre il senatore fiorentino pensa solo a difendere il buon nome del partito.

Renzi al Quirinale
Renzi al Quirinale

Conte al momento può contare sul l’appoggio del PD, Leu, Movimento 5Stelle e Gruppo misto del Senato. Resta la mina vagante Renzi che non si sa da che parte vada, poiché il succo é “Appoggiamo qualsiasi Governo purché non si vada a votare”. A voi la scelta di come interpretare queste parole.

Tania Carnasciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0