Sanremo 2021: Festival in sicurezza, no ai figuranti

Sanremo 2021: Né pubblico né figuranti per questa edizione

“Il Teatro Ariston di Sanremo è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito ieri il ministro Roberto Speranza, il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema. Speriamo il prima possibile”

Queste le parole del ministro dei Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, su Twitter. Novità su Sanremo 2021 oggi, nel cda della Rai, che sta sviluppando un protocollo sanitario e organizzativo per il festival su sollecitazione delle case discografiche.

Sanremo 2021
Sanremo 2021

Proprio per questo, il ministro Speranza ha chiesto di “fornire indicazioni in tempo utile”, precisando che il dpcm non prevede pubblico nei teatri.

La decisione del ministro cambia completamente i programmi del Festival, visto che sia Fiorello che Amadeus avevano dichiarato che “senza pubblico era impossibile farlo”.

 

Amadeus pronto a rinjunciare al suo mandato di direttore artistico e conduttore del festival di Sanremo 2021?

Secondo voci insistenti, il conduttore starebbe valutando la sua presenza come direttore artistico, dopo le parole twittate dal ministro Franceschini sul divieto di presenza di figuranti in sala per il Teatro Ariston di Sanremo.

Amadeus e i suoi, che hanno sempre sostenuto la difficoltà per gli artisti di esibirsi davanti ad un teatro vuoto, avrebbero sottolineato anche come ieri il ministro Roberto Speranza non avesse parlato di figuranti, come ha fatto invece Franceschini, le cui parole sono state dunque interpretate come un attacco al festival.

Oggi è una giornata cruciale anche perché si riunisce il Cda Rai che affronterà il caso Sanremo 2021. Il primo a esultare è il Codacons:

“Accolte le richieste del Codacons che aveva denunciato il tentativo della Rai di violare il Dpcm sul Covid ricorrendo all’escamotage dei figuranti per riempire il teatro Ariston.

Prima il ministro della Salute Speranza, poi quello dei beni culturali Franceschini hanno accolto il nostro appello, bocciando l’ipotesi di figuranti come pubblico, poiché avrebbe creato discriminazioni rispetto agli altri teatri italiani e introdotto rischi altissimi in merito ai contagi”

Afferma Carlo Rienzi. Insomma no ai figuranti, per Sanremo 2021.

Una presa di posizione che stride con quanto accaduto finora in televisione, dove i figuranti sono largamente utilizzati come nel caso di X Factor che li ha usati nell’ultima edizione.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ieri aveva inviato al Comitato Tecnico Scientifico la lettera delle associazioni discografiche in cui queste ultime chiedono un protocollo di sicurezza per i cantanti che si esibiranno al festival di Sanremo.

Il Cts non ha ancora fissato la data della riunione né ha al momento ricevuto richiesta di pareri per l’organizzazione dell’evento. Su questo fronte, in ogni caso, l’orientamento degli esperti è quello comunque di non consentire la presenza del pubblico in sala, come ribadito più volte per eventi di questo tipo.

Sanremo 2021
Sanremo 2021

L’impegno di Stefano Coletta per Sanremo 2021

“Il Festival di Sanremo sarà uno show protocollato come evento televisivo e sarà realizzato in grandissima sicurezza, in accordo con la prefettura, l’Asl e le autorità preposte. Abbiamo lavorato alacremente per garantire tutti i protocolli e lo facciamo pensando al pubblico”

Queste le parole del direttore di Rai1, Stefano Colletta, sicuro che realizzare questa edizione del Festival di Sanremo 2021, seguendo le direttive del Dpcm, lo renda meno rischioso rispetto a una fase post decreto più libera:

“Le regole sono molto strette e va bene così, l’estate che abbiamo passato va tenuta a mente. Sanremo è un continuum dell’intrattenimento che siamo stati capaci di organizzare quest’anno nonostante la pandemia”

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0