Team del WHO in visita in Cina per indagare sul Covid-19

Dopo una quarantena di 14 giorni a seguito di alcuni membri contagiati, il team WHO ha iniziato ufficialmente le indagini in Giappone sulle origini del Covid-19 nella città cinese di Wuhan, da dove il 23 gennaio 2020 è iniziata quella che di lì a poco sarebbe diventata una vera e propria pandemia.

Il team di esperti sono arrivati nella città di Wuhan il 14 gennaio scorso e la loro missione dovrebbe durare qualche settimana; in precedenza vi era stato un tentativo di invio di un team WHO ma era stato negato l’ingresso in Cina dopo che un membro della squadra era stato respinto e un altro era rimasto bloccato in transito. Accuse puntualmente respinte da Pechino

Team WHO in visita in Cina: da dove nasce l’indagine?

Team WHO
Team WHO

Lo scopo principale di questi viaggi, come precisato più volte dalla stessa WHO e recentemente anche dal biologo del team in viaggio a Wuhan all’agenzia di stampa Associated Press, non quello di  “attribuire le colpe, ma piuttosto di prevenire future epidemie”.

In particolare l’indagine si focalizzerà sull’individuare il periodo esatto in cui il virus ha iniziato a circolare e se sia davvero iniziato tutto proprio dalla città di Wuhan, con il “salto di specie” dal pipistrello all’uomo, anche se al momento diversi esperti sostengono che in realtà nella cittadina giapponese non vi sia stato l’inizio, ma già una “amplificazione” del virus, in quanto secondo una recente ricerca “i coronavirus in grado di infettare gli esseri umani potrebbero aver circolato inosservato nei pipistrelli per decenni

Lo scorso dicembre, un medico cinese dell’ospedale centrale di Wuhan – Li Wenliang – aveva cercato di mettere in guardia i colleghi su una possibile epidemia di una nuova malattia, era stato indagato per “diffusione di voci”, morendo a febbraio dopo aver contratto il virus durante il trattamento di pazienti in città.”

Il resto è noto, o quasi, perchè secondo la WHO “mancherebbe qualche tassello al puzzle”: diversi paesi, infatti, hanno sollevato dubbi sul fatto che la Cina fosse completamente trasparente quando il virus è apparso per la prima volta lì.

Team WHO in visita in Cina: i pareri dei vari Paesi

Team WHO
Team WHO

La questione di un’indagine indipendente sulle origini del virus è stata coinvolta nella geopolitica internazionale e nei litigi sull’OMS.

L’amministrazione Trump ha sempre preso una linea dura, sostenendo che l’OMS è stata troppo morbida con la Cina e citando esempi di funzionari che lodano il regime cinese per le sue azioni come il blocco di Wuhan, i test di massa e la sua pubblicazione del codice genetico del virus .

Team WHO

Tuttavia, molti altri paesi, tra i quali Australia e Regno Unito hanno affermato come  un’indagine  adeguata fosse necessaria . L’ Associated Press ha rivelato le trascrizioni delle videochiamate di funzionari dell’OMS che si lamentavano a gennaio di non aver ricevuto i dati corretti di cui avevano bisogno dalle autorità cinesi.

 

 

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0