L’Ema dice sì ad AstraZeneca dai 18 anni in su

E’ arrivato l’atteso responso dell’Ema riguardo la commercializzazione in Europa del vaccino sviluppato da AstraZeneca, in collaborazione con l’Università di Oxford.

Il comitato per i medicinali per uso umano dell’EMA – si legge nella nota pubblicata dall’Agenzia – ha valutato accuratamente i dati sulla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino AstraZeneca e ha, quindi, dato il via libera all’immissione in commercio in Europa.

Il vaccino potrà essere somministrato a tutti gli individui che abbiano raggiunto i 18 anni di età.

Vaccini: Ema approva AstraZeneca
Vaccini: Ema approva AstraZeneca

Infatti, i risultati combinati dei 4 studi clinici nel Regno Unito, Brasile e Sud Africa hanno dimostrato che il vaccino  AstraZeneca è sicuro ed efficace nel prevenire il Covid-19 nelle persone a partire dai 18 anni. Questi studi hanno coinvolto in tutto circa 24.000 persone.

In questi giorni, oltre alle polemiche sui tagli annunciati (e alle possibili relative conseguenze), si erano diffuse voci riguardo potenziali limitazioni nella somministrazione del vaccino in fasce d’età quali quella over 55.

A proposito di ciò, alla conferenza dell’Ema è intervenuto Bruno Sepodes, un esperto dell’Agenzia europea. Ha spiegato che buona parte dei partecipanti ai test aveva un’età compresa tra i 18 ei 55 anni e che non c’è ancora un numero importante di risultati che riguardano partecipanti oltre i 55 anni. Dunque è impossibile stabilire con certezza quanto funzionerà, in queste fasce d’età, il vaccino.

Viene raccomandato sulla base di dati e dell’esperienza maturata con gli altri vaccini.

Quanto alla somministrazione del vaccino negli over 55 quindi dice: “Può essere usato, ma se ci sono altre opzioni sono preferibili”.

Nessun dato, inoltre, sull’efficacia del vaccino AstraZeneca contro le varianti di cui tanto si sta parlando in questi giorni (pochi giorni fa la notizia del caso di variante brasiliana in Italia). “Abbiamo chiesto all’azienda di fornire dati, come abbiamo fatto con le altre case farmaceutiche”, dice la Direttrice dell’Ema, Emer Cooke.

Ad annunciare la notizia in Italia è stato il Ministro della Salute, Roberto Speranza con un post sui social. Queste le sue parole:

“L’agenzia europea del farmaco ha dato l’ok al vaccino AstraZeneca. È una notizia incoraggiante. La battaglia contro il virus è ancora complessa, ma avere a disposizione un altro vaccino efficace e sicuro ci da più forza nella campagna di vaccinazione.”

AstraZeneca, con una nota diffusa in queste ore, oltre ad essere soddisfatta della decisione dell’Ema, dice di voler comunque garantire “un accesso ampio ed equo alle forniture”.

Il vaccino prodotto dall’azienda biofarmaceutica britannica è il terzo che viene approvato in Europa dopo Pfizer e Moderna. Le prime dosi dovrebbero arrivare in Italia intorno alla metà di febbraio. Qui, però, si ipotizzano limitazioni nella somministrazione del vaccino ai più anziani.

 

 

 

Giambattista Sozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0