Depenalizzazione per il possesso di droghe: in Oregon ora è legge

Dal 1° febbraio è entrata ufficialmente in vigore in Oregon la depenalizzazione per le droghe nota anche come misura come 110: è il primo degli Stati Uniti a imporla. La legge era stata approvata con un referendum lo scorso novembre, e segna una svolta nel commercio di sostanze stupefacenti e delle conseguenze legate al loro consumo.

Depenalizzazione per le droghe : cos’è la misura 110?

depenalizzazione per le droghe
depenalizzazione per le droghe

Negli ultimi anni gli Stati Uniti hanno cominciato a contrastare fortemente il consumo di droghe, imponendo pene detentive e non solo molto pesanti : in Oregon, ad esempio, la detenzione illegale di sostanze stupefacenti prevedeva una pena massima di 6.250 dollari di multa e fino a un anno di carcere.

Con la legge o misura 110 si vuole agire sul fronte dell’acquisto e consumo di droghe leggere per uso personale: una legge fortemente voluta e votata da Janie Gullickson, un ex tossicodipendente che ha scontato diversi anni di pena prima di disintossicarsi, e che oggi è direttrice esecutiva della Menthal Health and Addiction Association of Oregon. Un dramma, quello che ha vissuto, che l’ha portata a lottare per incentivare la cura dalle dipendenze in centri specifici piuttosto che misure detentive, talvolta estreme.

Depenalizzazione per le droghe: cosa cambia ora?

depenalizzazione per le droghe
depenalizzazione per le droghe

La legge 110 porta diversi cambiamenti a livello penale nel caso di possesso a uso personale di droghe pesanti; uno dei più rilevanti è rappresentato dall’introduzione del concetto di “quantità modesta“, per la quale si dovrà pagare una multa di 100 dollari se in possesso di droghe ad uso personale. Multa che viene abolita nel momento in cui si accetta si sottoporsi ad una valutazione medica.

depenalizzazione per le droghe
depenalizzazione per le droghe

Altro importante passo avanti che viene fatto con la misura 101 è un maggior finanziamento per i centri di riabilitazione e disintossicazione, derivante dalla cosiddetta cannabis tax, cioè la tassazione sui proventi della marijuana legale. A questo si aggiunge una riduzione del 90% degli arresti e incarcerazioni per droga.

Una legge, quella sulla depenalizzazione per le droghe che “permetterà di salvare la vita a migliaia di persone”, stando ai suoi sostenitori, tra i quali Kassandra Frederique, direttore esecutivo di Drug Policy Alliance, associazione che si batte per la legalizzazione delle droghe:

“Una delle cose che non si capiscono che la penalizzazione crea una barriera alla riabilitazione. Se vogliamo che persone facciano scelte diverse dobbiamo dare loro più opzioni”.

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0