Crisi di Governo: Mario Draghi accetta l’incarico con riserva

Mario Draghi accetta con riserva l’incarico impartito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di gestire il nuovo esecutivo: questa la risposta da parte dell’ex presidente dalla BCE al termine del colloquio con il Capo dello Stato, iniziato stamani alle 12 e conclusosi pochi minuti fa.

Mario Draghi accetta con riserva
Mario Draghi accetta con riserva

A Draghi l’incarico di formare un “governo di alto profilo”, che lo stesso Mattarella nella conferenza stampa di ieri sera, a seguito del fallimento del mandato esplorativo di Fico ha dichiarato essere “necessario”, lanciando inoltre “appello a tutte le forze politiche” affinchè  conferiscano la fiducia a a questo nuovo governo

Mario Draghi accetta con riserva: le motivazioni e le prossime mosse

Mario Draghi accetta con riserva
Mario Draghi accetta con riserva

Come sottolineato anche dallo stesso Draghi, si tratta di un’accettazione dell’incarico “con riserva” , in quanto si dovranno attendere le nuove consultazioni, come da normale prassi elettorale. Inoltre l’insediamento di Mario Draghi e il suo esecutivo assumano il governo del Paese e l’esecutivo in carica continuerà a svolgere il suo lavoro, perché la Costituzione non prevede che il Paese rimanga sguarnito.

Ora Draghi è a colloquio con il presidente della Camera Roberto Fico, al quale seguirà quello a Palazzo Madama per incontrare la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Mario Draghi accetta con riserva
Mario Draghi accetta con riserva

Il passo successivo sarà in Parlamento per il voto di fiducia, al quale Draghi ha dichiarato che si rivolgerà “con rispetto” nella speranza di “dare una risposta responsabile e positiva all’appello del Capo dello Stato” e che emerga unità tra le forze politiche. Tra gli obiettivi in cima alla sua lista i “temi caldi” alcuni dei quali alla base della Crisi di Governo: la gestione della pandemia e della relativa campagna vaccinale, rilancio del Paese, e soprattutto dare risposte concrete ai cittadini.

Mario Draghi accetta con riserva: le reazioni delle varie parti

 

Mario Draghi accetta con riserva
Mario Draghi accetta con riserva

Forze politiche, le cui reazioni alla nomina di Draghi sono state contrastanti: il movimento MoVimento 5 Stelle, “non ha intenzione di votare per la nascita di un governo tecnico presieduto da Mario Draghi”, come dichiarato dal loro capo politico, Vito Crimi , sui social, mentre la Lega s definisce “attendista” perché come dichiarato dal suo leader Salvini  “prima vuole vedere le carte”.

Piena apertura,invece , da parte del PD, come dichiarato dal segretario dem Nicola Zingaretti:

 “Saremo pronti al confronto per garantire l’affermazione del bene comune del Paese”

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0