Giorgia Meloni insultata da la Stampa come donna e come madre

Giorgia Meloni insultata da la Stampa: attaccata come madre e come donna

Si tratta dell’ennesimo caso di sessismo nel giornalismo italiano: Giorgia Meloni, la presidente del Partito dei Conservatori e dei Riformisti Europei e leader di Fratelli d’Italia, è stata di recente vittima di offese ed insulti da parte de La Stampa.

Sul quotidiano torinese è apparso infatti un articolo dal titolo Meloni, la lotta e non il governo. La sovranista del gran rifiuto.

Ecco qualche stralcio: «Nella scelta di correre in solitaria di Meloni c’entra anche il suo essere donna. Dunque, secondo lei, più attrezzata a gestire un consenso crescente…». E ancora: «Questa postfascista modello Dio, Patria e famiglia è pure a suo modo una femminista».

Giorgia Meloni insultata da la Stampa
Giorgia Meloni insultata da la Stampa come donna e come madre

Giorgia Meloni insultata da la Stampa: frasi sessiste e denigratorie

Viene in seguito citata anche la frase ormai celebre che Giorgia Meloni pronunciò in un comizio: «Sono Giorgia, sono una donna e sono cristiana».

Frase parafrasata da La Stampa in «Sono una donna e non sono una santa, potrebbe aggiungere lei con Rosanna Fratello (non d’Italia), visto che è una passionale capace di passare dall’invettiva alla tenerezza in un attimo, ma sempre convinta che essere donna in politica sia un atout…».

In un altro punto dello stesso articolo, si legge persino: «… sensi di colpa perché la politica la tiene lontana dalla figlia…prodotta con la collaborazione del compagno…».

Immediata solidarietà a Giorgia Meloni è giunta dal senatore di FdI Giovanbattista Fazzolari.

«Il quotidiano La Stampa del direttore Massimo Giannini tocca uno dei livelli più bassi mai visti nel giornalismo italiano con un articolo a firma di un tal Alberto Mattioli, al quale evidentemente è stato dato l’incarico di denigrare Giorgia Meloni “colpevole” di non aver partecipato alla beatificazione del governo Draghi».

«Non avendo argomenti politici – dice ancora il senatore – questo giornalismo spazzatura si permette di attaccare il presidente di FdI in quanto donna e peggio ancora nella sua qualità di madre. Arrivando a mettere in mezzo la piccola figlia parlando di lei come “prodotta con la collaborazione del compagno”.

Solidarietà a Giorgia Meloni per questo disgustoso attacco. Purtroppo noi tutti di Fratelli e in particolare il suo presidente dovremo abituarci a una campagna di fango e odio per la scelta coraggiosa fatta in questi giorni».

Giorgia Meloni insultata da la Stampa
Giorgia Meloni insultata da la Stampa

Giorgia Meloni insultata da la Stampa: parla Isabella Rauti

A dimostrare il suo sostegno per Giorgia Meloni, è intervenuta anche Isabella Rauti, senatrice di Fratelli d’Italia e responsabile  del Dipartimento Pari Opportunità, Famiglia e Valori non negoziabili.

Ecco il suo intervento:

«Esprimo solidarietà a Giorgia Meloni come madre e come donna per l’attacco di bassissimo profilo che giunge oggi dalle colonne de La Stampa, che pubblica un articolo dove pur di colpire politicamente il presidente di Fratelli d’Italia si entra nella sua vita privata e si argomenta addirittura sulla figlia».

«Era immaginabile – continua la Rauti – ma la critica dovrebbe avere un limite che è quello del rispetto della persona. Considerare un figlio, perché così si legge nell’articolo pubblicato da La Stampa, come il “prodotto di una collaborazione” è quanto di più grave e degradante oltre che evidentemente meschino.

E, aggiungo, che lo stesso trattamento non sarebbe tributato a nessun leader padre, solo perché uomo! La scelta di Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia sulla non fiducia al governo Draghi è politica e, piaccia o non piaccia, merita rispetto».

Giorgia Meloni insultata da la Stampa
Giorgia Meloni insultata da la Stampa

Il direttore de La Stampa Massimo Giannini, alla luce delle giuste polemiche, è intervenuto personalmente per porgere le sue scuse, e quelle del quotidiano, a Giorgia Meloni:

In un pur ottimo articolo su Meloni e sul no al governo Draghi, oggi su La Stampa il nostro Alberto Mattioli usa parole inappropriate in un passaggio su sua figlia Ginevra. Ce ne scusiamo con la leader di Fdi. Non è il nostro stile“, afferma.

Giorgia Meloni insultata da la Stampa: il sessismo nei media italiani

Il rispetto per la persona. E’ questo il punto focale della questione.

Il rispetto che guarda oltre le scelte politiche, il sesso, la fede, la razza, l’orientamento sessuale. O almeno, così dovrebbe essere.

Perché, ed è assurdo il fatto che ci sia bisogno di dirlo, una cosa è attaccare certe posizioni politiche, ben altra l’atteggiamento misogino, maschilista ed estremamente patriarcale che ancora persiste nella società odierna: ed è di questo che stiamo parlando.

Qui si tratta di attaccare una donna in quanto tale, come donna e madre, non come leader di un movimento politico.

E questo è solo uno dei tantissimi casi di sessismo nei media italiani: si tratta solitamente di frasi messe lì quasi a caso, giustificate come un’ingenua goliardia: “era solo una battuta!“, “non è niente di che!“.

E giù ad inveire contro il politically correct e le nazi-femministe “che esagerano sempre”.

Ma non è mai “solo una battuta”, non è mai “niente di che”.

 

 

Martina Bruno

4 thoughts on “Giorgia Meloni insultata da la Stampa come donna e come madre

  1. Great post. I was checking constantly this blog and I am impressed!
    Extremely useful information specifically the last part
    🙂 I care for such information a lot. I was looking for this particular info
    for a long time. Thank you and best of luck.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0