Turchia: archeologi scoprono un tesoro di 650 monete romane.

Durante degli scavi archeologici nella antica città di Aizanoi nella Turchia centrale sono stati rinvenute 650 monete romane d’argento. A dare la notizia sono stati gli archeologi autori di questa importante scoperta.

Turchia: archeologi scoprono un tesoro di 650 monete romane. I dettagli di questa importante scoperta.

La spedizione del team archeologico della Pamukkale University ha annunciato di aver rinvenuto nella città turca di Aizanoi un tesoro di 651 monete d’argento.

Il prezioso bottino si trovava all’interno di una brocca. Le monete riportano le effigie di Ottaviano Augusto, il primo imperatore romano (27 a.C.-14 d.C.),  di Marco Giunio Bruto, colui che insieme a Cassio assassinò Giulio Cesare, e di Cesare stesso.

Ad Aizanoi, in Turchia, il team archeologico della Pamukkale University guidato da Elif Ozer ha ritrovato 650 monete romane d'argento risalenti alla seconda metà del I secolo a.C. Il tesoro, contenuto in un recipiente, probabilmente apparteneva ad un ufficiale dell'esercito romano. (Fonte: CNN)
Ad Aizanoi, in Turchia, il team archeologico della Pamukkale University guidato da Elif Ozer ha ritrovato 650 monete romane d’argento risalenti alla seconda metà del I secolo a.C. Il tesoro, contenuto in un recipiente, probabilmente apparteneva ad un ufficiale dell’esercito romano. (Fonte: CNN)

La scoperta delle 650 monete romane risale al 2019. Il capo archeologo della spedizione Elif Ozer descrive il ritrovamento come “una collezione davvero speciale e unica.”

L’archeologo ipotizza che fu un militare romano di alto rango a portare il tesoro nella città di Aizanoi, oggi nella provincia di Kutahya.

Per quanto riguarda la loro provenienza, probabilmente le 650 monete romane furono coniate nella seconda metà del I secolo a.C. in Sud Italia.

Elif Ozer, in definitiva, definisce la scoperta del suo team:

“È la moneta d’argento più speciale trovata negli ultimi tempi.”

Turchia: archeologi scoprono un tesoro di 650 monete romane. Quali sono le ultime monete scoperte prima di quelle di Aizanoi?

Le scoperte come quelle di Aizanoi non sono molto comuni. L’ultima è avvenuta in Italia, nel teatro Cressoni di Como, e risale al settembre 2018. All’interno di un contenitore in pietra ollare erano contenute 300 monete di epoca romana.

Veduta delle rovine di Aizanoi nell'antica provincia di Frigia, oggi nella regione di Kutahya, nella Turchia centrale. (Fonte: Pinterest)
Veduta delle rovine di Aizanoi nell’antica provincia di Frigia, oggi nella regione di Kutahya, nella Turchia centrale. (Fonte: Pinterest)

Lo scorso ottobre, invece, un aureo (moneta d’oro di grandissimo valore) con le effigie di Bruto risalente all’assassinio di Cesare (15 marzo 44 a.C.) è stato venduto all’asta per 3,5 milioni di dollari.

L’anonimo offerente ha stabilito il nuovo record per una moneta venduta all’asta.

 

 

Pierpaolo Pisciella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0