Paura ad Exeter: morta una bambina, ferite altre persone

Paura ad Exeter, Inghilterra: una chiamata alla polizia locale ha riportato che stava avendo luogo un incendio in una casa.

Una volta che gli agenti sono arrivati sul luogo, hanno trovato una scena agghiacciante: tre morti tra cui una bambina di appena 4 anni, e altre tre persone senza vita.

Gli altri abitanti della casa, tra cui altri tre bambini più grandi, sono attualmente ricoverati in ospedale in gravi condizioni.

Paura ad Exeter una tranquilla città inglese

Paura ad Exeter
Paura ad Exeter

La polizia non ha ancora idea di cosa sia successo, ma è sicura che si tratti di un tragico e doloroso incidente legato alla casa e ai suoi abitanti.

Exeter è una tranquilla città inglese in cui la vita scorre senza scossoni, per questo motivo la paura tra le persone scorre veloce. Nonostante le rassicurazioni, l’area interessata circoscritta, e la polizia che vigila, le persone sono sotto shock e la paura ad Exeter è molto forte.

Soprattutto chi conosceva la famiglia colpita: le vittime erano un uomo e una donna di 29 e 28 anni, oltre alla bambina di 4. Altre tre bambini di 4,6 e 7 anni sono in gravi condizioni in ospedale.

Attualmente non si hanno notizie sulle loro condizioni, né sulle dinamiche dell’incendio: qualcuno ha chiamato allertato dal fumo, questa mattina alle 5:30, ma quando la polizia è arrivata ha trovato solo le vittime, le fiamme erano già spente.

Paura ad Exeter
Paura ad Exeter

Non ci sono ipotesi su cosa possa essere accaduto, per questo si è chiesto alla popolazione di riferire in caso avessero notato o sentito qualcosa.

Ovviamente la cittadina inglese è sotto shock, la tranquillità di una qualsiasi domenica mattina è stata cancellata in un secondo e una bambina di 4 anni ha perso la vita.

I cittadini sono davvero scossi da questo evento traumatico, in special modo i vicini e chiunque conoscesse la famiglia spezzata da un incendio di prima mattina.

Le condizioni degli altri 3 bambini sono stabili, ma ancora critiche. In attesa di ulteriori notizie speriamo che possano migliorare e riprendersi.

Tania Carnasciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0