CdM del Governo Draghi: in primo piano il Nuovo Decreto Covid-19

È attualmente in corso il primo CdM del Governo Draghi, iniziato alle ore 10. Sul tavolo diversi temi, tra i quali spicca il delineamento del nuovo DPCM per il contrasto della pandemia da Covid-19.

CdM del Governo Draghi: prolungato il divieto di spostamento tra le regioni e la questione dei colori

CdM del Governo Draghi
CdM del Governo Draghi

Un CdM, che nella serata di ieri è stato preceduto da un confronto tra lo stesso premier Draghi,i presidenti delle Regioni e i sindaci dove è stato comunicato come l’imminente prolungamento del divieto di spostamento tra le regioni, che scatterà ufficialmente il 25 febbraio e avrà durata di un mese, riguarderà indistintamente tutte le Regioni, a prescindere quindi dal colore delle stesse (rossa, arancione o giallo).

CdM del Governo Draghi
CdM del Governo Draghi

E proprio la questione dei colori da attribuire alle Regioni, in particolare la revisione dei parametri sui quali tali colori vengono stabiliti, è stato uno dei 6 punti emersi nel vertice tra governo e autonomie, che richiedono assoluta tempestività e precisione nella comunicazione delle disposizioni, delle quali i cittadini e le imprese dei diversi territori regionali  devono essere informati con congruo anticipo, per consentire una migliore organizzazione.

CdM del Governo Draghi: gli altri temi al tavolo

CdM del Governo Draghi
CdM del Governo Draghi

Altro tema importante direttamente connesso alle eventuali chiusure in caso di disposizioni che le prevedono è l’immediato ristoro alle attività che ne risentiranno, che rappresenterebbe un cambio di passo in grado di coniugare le misure di sicurezza sanitaria con la ripresa economica e delle attività culturali e sociali.

Una situazione quella dal punto di vista sanitario, che il Ministro della Salute Speranza ha definito ancora “fosca”

Cruciale anche la questione della campagna vaccinale, che al momento deve essere più che mai una priorità assoluta; una campagna che finora è andata troppo a rilento, e questo soprattutto a causa di problematiche legate all’approvvigionamento delle dosi, che dipende dal Governo.

Altro tema non meno importante , quello legato alla scuola e università, per le quali Regioni ed autonomie richiedono attenzione e tutela.

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0