Pompei: rinvenuto un antico carro cerimoniale.

A Pompei è stato ritrovato un antico carro cerimoniale, un reperto quasi unico nel suo genere. La scoperta è avvenuta in località Civita Giuliana presso una domus romana strappata ai tombaroli.

Pompei: rinvenuto un antico carro cerimoniale. La scoperta e la lotta agli scavi abusivi.

Questa mattina l’uscente direttore del Parco Archeologico di Pompei Massimo Osanna ha reso pubblica la scoperta di un carro romano di 2000 anni fa.

Il rinvenimento è avvenuto a Civita Giuliana in un’area di scavo strappata agli scavi abusivi. Fondamentale è stata l’azione coordinata della Soprintendenza e la Procura di Torre Annunziata per evitare che i tombaroli continuassero a saccheggiare la zona.

Inoltre i proprietari del terreno sono sotto processo dal 2017 per aver fatto partire la creazione dei cunicoli che i tombaroli usavano per cercare i reperti all’interno della grande villa romana sotto terra.

Proprio per controllare i danni che hanno fatto gli scavi abusivi è iniziata la campagna archeologica nella domus di Civita Giuliana.

Questa, negli ultimi mesi, ha permesso di riportare alla luce altri preziosi reperti come tre cavalli di cui uno riccamente bardato e i corpi di due uomini travolti dall’eruzione del Vesuvio.

Massimo Osanna ha rivelato all’ANSA  che i tombaroli erano:

“Gente abile che per un soffio non è arrivata a portare via anche il sontuoso carro che abbiamo appena riportato alla luce: uno dei loro cunicoli quasi sfiorava il punto in cui lo abbiamo ritrovato.”

Retro del carro cerimoniale rinvenuto lo scorso gennaio a Pompei nella cosiddetta Villa del Sauro Bardato. (Fonte: ANSA)
Retro del carro cerimoniale rinvenuto lo scorso gennaio a Pompei nella cosiddetta Villa del Sauro Bardato. (Fonte: ANSA)

Poi una volta che la scoperta è avvenuta, lo scorso 7 gennaio, gli archeologi hanno compiuto un tour de force per completare gli scavi ed evitare che i criminali potessero ritornare a trafugare il sito.

Hanno collaborato fianco a fianco con gli archeologi nelle delicatissime operazioni di scavo architetti, ingegneri, restauratori, vulcanologi e operai specializzati. In seguito si sono uniti anche paleobotanici e antropologi.

L’antico carro cerimoniale è una scoperta eccezionale in quanto è l’unico rinvenuto in Italia. In Europa solo altri 5 esemplari sono stati trovati in una sepoltura nell’antica Tracia, regione che comprendeva la Grecia nordoccidentale e la Bulgaria.

Tuttavia rispetto gli esemplari traci, quello trovato a Pompei si distingue per le decorazioni raffinate e preziose rendendolo, di fatto, unico nel suo genere.

Pompei: rinvenuto un antico carro cerimoniale. Com’è fatto il carro?

Il carro rinvenuto a Pompei era chiamato dai Romani “pilentum” ed era utilizzato per cerimonie ed occasioni solenni.

Il veicolo si componeva di un cassone di legno dipinto appoggiato su quattro ruote di ferro collegate tra loro con un complesso sistema meccanico.

Il cassone era riccamente decorato sul retro e i fianchi con rilievi di bronzo e stagno. Su di esso era previsto un sedile per uno o due persone con braccioli e schienali metallici.

Le decorazioni del carro hanno suscitato molta attenzione negli archeologi per la loro raffinatezza. Sui fianchi si notano rilevi di bronzo intagliato alternato a pannelli lignei dipinti di rosso e nero.

Il retro del cassone, invece, è molto più spettacolare e gli studiosi hanno riconosciuto “un articolato sistema decorativo che prevede tre distinti registri con una successione di medaglioni in bronzo e stagno con scene figurate a sfondo erotico.”

Uno dei medaglioni che decorano il carro cerimoniale di Pompei. (Fonte: Sky TG24)
Uno dei medaglioni che decorano il carro cerimoniale di Pompei. (Fonte: Sky TG24)

Analizzando più attentamente i resti, gli studiosi hanno trovato resti di cuscini e funi e le impronte di due spighe di grano.

In base a questi elementi sono state formulate due ipotesi riguardo all’utilizzo di questo carro cerimoniale.

La prima ipotesi vuole che il mezzo fosse usato per i rituali dedicati a Cerere, dea dell’agricoltura, o a Venere, dea dell’amore.

L’altra ipotesi, la più probabile, sostiene che questo carro venisse usato dalle élites di Pompei per i matrimoni.

Pompei: rinvenuto un antico carro cerimoniale. Il commento del ministro Dario Franceschini.

Felice dell’eccezionale scoperta del carro cerimoniale romano è il ministro dei beni culturali Dario Franceschini che ne ha messo in luce il periodo positivo e l’ottima amministrazione di Pompei.

In più il ministro ha posto la sua fiducia nel nuovo, giovane direttore del sito di Pompei, Gabriel Zuchtriegel.

“È una scoperta di grande valore scientifico. Un plauso e un ringraziamento al Parco Archeologico di Pompei, alla Procura di Torre Annunziata e ai Carabinieri del nucleo Tutela Patrimonio Culturale per la collaborazione che ha scongiurato che reperti così straordinari fossero trafugati e illecitamente immessi sul mercato”.

 

 

 

 

Pierpaolo Pisciella

One thought on “Pompei: rinvenuto un antico carro cerimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0