Pasqua in rosso sì o no? Garavaglia “Si apre solo se ci sono le condizioni”

“Si apre a Pasqua se ci sono le condizioni per farlo in sicurezza”

Queste le parole del ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, in merito alle prossime restrizioni di sicurezza per le feste di Pasqua: Pasqua in rosso sì o no?

“È meglio essere prudenti a marzo per essere più sereni nei mesi successivi, quando ci auguriamo che le cose andranno meglio. Si apre tutto quello che si può aprire con programmazione e prudenza. Semmai si faranno più gite fuoriporta”

Spiega inoltre che “c’è una discussione aperta sul passaporto sanitario, ma ci vogliono soluzioni comuni in Europa. Le vaccinazioni devono accelerare. Abbiamo perso mesi ed è difficile recuperare”.

“Dobbiamo ancora distribuire 950 milioni di euro di risorse già stanziate, di cui 400 milioni per l’industria del turismo e 450 milioni del fondo aeroporti. Poi stiamo pensando a ristori in modo più equo. Non ci possiamo permettere di avere risorse e non distribuirle”

Pasqua in rosso
Pasqua in rosso

Pasqua in rosso sì o no? Le condizioni del turismo in Italia secondo Garavaglia

”Ci serve una compagnia che funzioni. Ma quello che è più importante è garantire una programmazione e una promozione molto più unitaria del settore turismo in Italia e nel mondo. Salvarlo a tutti i costi non vuol dire niente, bisogna capire quali sono le condizioni.

Alitalia è stata salvata decine di volte. Se va salvata ancora, speriamo sia la volta buona. Da liberale non mi faccio problemi sulla bandierina in fondo all’aereo, l’importante è che ci siano i servizi”

Queste le parole di Massimo Garavaglia, sulla situazione del turismo in Italia, in un’intervista a Radio24.

”Quello che è di nostra competenza è quello su cui stiamo lavorando con le Regioni e con le quali abbiamo trovato un punto di caduta molto positivo. Siamo già d’accordo, hanno presentato un documento che mi sento di condividere al 100%”

Una scia di miglioramento dunque, per l’assetto turistico, secondo Garavaglia ancora indeciso sulla Pasqua in rosso. Si o no? Staremo a vedere.

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0