Terremoto in Nuova Zelanda: la terra trema da ore, allarme tsunami e persone in fuga

Terremoto in Nuova Zelanda: la terra tra da ore. Durante la mattinata, orario europeo, si è verificato un sisma di 6.9 di magnitudo con conseguente allarme tsunami.

Le persone, prese dal panico, sono scese in strada per lasciare le zone costiere e rifugiarsi nell’interno. Le scosse si sono susseguite fino ad ora, quando a Christchurch a 1000 km dalla zona colpita ore fa, si è verificato un sisma di 8.1 di magnitudo.

Entrambe le scosse che hanno provocato il terremoto in Nuova Zelanda, avevano una profondità di 10 km, e sono ritenute molto superficiali. Questo fa sì che siano avvertite più intensamente.

Un grado 8 di magnitudo, è considerato quasi catastrofico: può distruggere città intere, ma al momento non si hanno notizie sui danni.

Terremoto in Nuova Zelanda
Terremoto in Nuova Zelanda

Allarme tsunami in tutto il Pacifico: il terremoto in Nuova Zelanda ha provocato paura per onde anomale fino alle coste del Messico.

Continua la fuga dalle zone costiere, le persone cercano di mettersi in salvo dalla possibile onda anomala recandosi nell’interno. Anche le autorità stanno diffondendo l’avviso di spostarsi e lasciare la costa.

Terremoto in Nuova Zelanda
Terremoto in Nuova Zelanda

L’impatto che ha uno tsunami è devastante: stiamo parlando di un muro d’acqua che si abbatte sulla terraferma con tutta la sua forza.

Ma uno tsunami è altamente probabile? In teoria si, ma i fattori in gioco sono tanti quindi è molto difficile dire con certezza se avverrà o meno. Vista l’elevata magnitudo del terremoto l’allarme è ovviamente più alto.

In attesa di altri aggiornamenti ci auguriamo che l’allarme rientri e che la situazione dovuta al terremoto in Nuova Zelanda migliori.

Tania Carnasciali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0