Alessandro Preziosi: “Il problema delle riaperture è legato a un lasso temporale”

I cinema riapriranno o no? È la domanda che ci poniamo tutti a seguito del nuovo Dpcm e delle nuove restrizioni. A questa stessa domanda, risponde Alessandro Preziosi:

”Non c’è nessun nemico da combattere, nessuno ce l’ha con la cultura, con i cinema e con i teatri e non credo nella inefficienza della politica. Bisogna tener duro e non dare un esempio di polemica, di forza e di contrasto.

Bisogna comprendere, aspettiamo che arrivino i 52 milioni di vaccini che hanno annunciato.

Che sia il 27 marzo o il 27 maggio l’importante è che quando si riaprono i cinema e i teatri venga fatto tutto con chiarezza e sicurezza. Non conosco Draghi né Conte, mi fido del lavoro del ministero della Cultura e di Dario Franceschini, un ministro scrupoloso”.

Alessandro Preziosi: Rifondare la cultura

“La riapertura dei cinema e dei teatri è legata a quella dei ristoranti, dei negozi e delle Spa. Hanno aperto le chiese perché sono state riaperte in un orario diurno, stessa cosa i ristoranti che sono stato aperti solo in una determinata fascia oraria.

Il problema delle riaperture è legato a un lasso temporale. Credo che ci sia un criterio, nessuno ce l’ha con il cinema, inutile creare polemiche le scelte, sulle riaperture, sono state fatte in base a tutta una serie di parametri”.

Continua ancora l’attore.

“Mi rendo conto che bisogna limitare il più possibile i motivi di aggregazione e sono fiero di far parte di un settore che attira tanta gente, credo che la cultura vada totalmente rifondata e questa è una buona occasione. Io lo sto facendo attraverso politiche sociali, scolastiche e universitarie che permettano ai giovani di avvicinarsi al cinema e al teatro e di riempire i cinema e i teatri di gente per far guadagnare la cultura”.

Dovremo quindi pazientare ancora e osservare più diligenza, solo così potremo tornare nei cinema e nei teatri, il prima possibile.

Alessandro Preziosi
Alessandro Preziosi

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0