Spagna: l’eutanasia è ufficialmente legge

Con 202 voti a favore, 141 contrari e due astensioni, la Spagna ha ufficialmente approvato la norma di legge sull’eutanasia, aggiungendosi ad Olanda, Belgio, Lussemburgo e Canada, Paesi dove è possibile l’eutanasia, mentre in Svizzera è regolato il suicidio assistito.

Approvata in Spagna legge sull’eutanasia: cosa prevede?

Tale legge sarà effettiva a partire da maggio, e prevederà la possibilità di richiedere, oltre al suicidio assistito, l’eutanasia per chi “soffre di un’infermità grave e incurabile o una malattia grave, cronica e invalidante”.

legge sull'eutanasia
legge sull’eutanasia

Importante sottolineare come si tratti di due aspetti completamente diversi per quanto riguarda la delicata tematica del “fine vita” : se da una parte, con il suicidio assistito, vengono forniti alla persona, cosciente e nella piena facoltà di giudizio, i mezzi per porre fine alla propria vita, nel caso dell’eutanasia viene provocata la morte di un individuo al fine di liberarlo dalla sofferenza fisica. Si tratta di un atto che dev’essere esplicitamente richiesta e autorizzata dalla persona che soffre.

legge sull'eutanasia
legge sull’eutanasia

Nel caso specifico della Spagna, la procedura di eutanasia prevederà una serie di passaggi fondamentali ed obbligatori al fine di accertare l’effettiva volontà del richiedente di porre fine alla propria vita. Una volta accertata tale volontà, una prima fase consisterà nella presentazione di una domanda scritta, che dovrà essere effettuata due volte nell’arco di 15 giorni e che dimostrerà di essere al corrente delle possibili cure palliative, che lo stesso paziente potrà interrompere in ogni momento.

Una volta ricevuta la domanda di eutanasia, il medico curante avrà il compito di inoltrare la richiesta ad una commissione di sette persone, di cui fanno parte medici, giuristi ed infermieri, stabilita per ogni regione, la quale dovrà dare un parere definitivo entro 19 giorni.

legge sull'eutanasia
legge sull’eutanasia

Proprio la formazione di tale commissione nelle varie regioni dello Stato iberico rappresenta una delle problematiche a cui potrebbe dover far fronte la nuova legge sull’eutanasia, insieme alla richiesta dell’Ordine dei medici di permettere l’obiezione di coscienza, ossia la possibilità di rifiutare di ottemperare a un dovere, imposto dall’ordinamento giuridico o comunque contrario alle convinzioni di una persona

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0