Cargo arenato nel Canale di Suez: “La situazione è molto difficile”

Cargo arenato nel Canale di Suez

La navigazione nel canale di Suez sarebbe temporaneamente sospesa e riprenderà solamente quando il cargo arenato nel Canale di Suez, Ever Given sarà rimesso in grado di navigare. A darne l’annuncio è l’Autorità del canale. A quanto pare l’imbarcazione trasportava merci tra l’Asia e l’Europa, ed era diretta a Rotterdam. Creata nel 2018, è una tra le più grandi navi da carico al mondo capace di trasportare circa 20mila container alla volta.

“Il blocco costa 9,6 miliardi di dollari al giorno. Una stima indica in 9,6 miliardi di dollari al giorno il valore del traffico marittimo bloccato al canale di Suez”

Lo scrive il sito dell’agenzia Bloomberg e la cifra combina il valore del traffico diretto al Mediterraneo, circa 5,1 miliardi di dollari al giorno con quello destinato all’Asia, ovvero 4,5 miliardi.

La società giapponese proprietaria della gigantesca nave, incagliata da due giorni nel canale di Suez ha chiesto scusa per i disagi che sta causando al traffico mercantile navale nel mondo.

cargo arenato nel Canale
cargo arenato nel Canale

“Sto facendo di tutto per risolvere la situazione, ma disincagliare la Ever Given si sta rivelando estremamente difficile. La nave, 400 metri di lunghezza, 200mila tonnellate di stazza, è rimasta incastrata di traverso nel canale a causa di una tempesta di sabbia con venti fortissimi.

Al momento ci sono 150 navi che attendono di transitare per il canale, che collega il Mediterraneo con il Mar Rosso. La rotta alternativa, con la circumnavigazione del Capo di Buona Speranza, all’estremo sud dell’Africa, allungherebbe il viaggio di due settimane.”

Ha affermato Shoei Kisen Kaisha, al terzo giorno della missione per disincagliare il cargo arenato nel Canale di Suez. Potrebbero volerci settimane.

Gli sforzi per rimettere in acqua la Ever Given sono ricominciati dopo una breve pausa notturna, e gli esperti parlano di “una enorme balena spiaggiata”. La Suez Canal Authority (SCA) ha annunciato la temporanea sospensione del traffico nel canale mentre otto rimorchiatori sono al lavoro per liberarla.

Secondo, Peter Berdowski, numero uno della società di dragaggio Boskalis, i dati indicano che non è proprio possibile liberarla.

“Non possiamo escludere che ci vogliano settimane”

Ha detto Berdowski alla tv olandese, poiché sia la poppa sia la prua della nave sono sollevate rispetto alla superficie dell’acqua.

È come un’enorme balena spiaggiata, è un peso enorme sulla sabbia. Potremmo dover lavorare con una combinazione di strumenti, la rimozione dei container, del petrolio e dell’acqua dalla nave, i rimorchiatori e il dragaggio della sabbia”

cargo arenato nel Canale
cargo arenato nel Canale

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0