Proteste nel Myanmar: anche i bambini coinvolti negli scontri

Strage di bambini nel Myanmar: una situazione preoccupante che preoccupa le associazioni dei diritti umani. Gli scontri nell’ex Birmania tra i soldati dell’esercito militare e gli abitanti che protestano chiedendo il ripristino della democrazia sembrano essere ben lontani dalla cessazione.

Strage di bambini
Strage di bambini

Scontri in cui il regime militare non si è risparmiato in termini di violenze e soprusi, anche nei confronti anche di vittime innocenti, quali appunto i bambini, e che hanno raggiunto l’apice nella giornata di sabato, portando al tragico bilancio di 114 morti, il più cruento dal 1° febbraio.

Strage di bambini nel Myanmar: la situazione attuale

Strage di bambini
Strage di bambini

A denunciare il tutto l’organizzazione per i diritti Save the Children, che ha fornito i numeri di quella che è una vera e propria strage di bambini, uccisi anche in modo estremamente violento come raccontato anche dalle famiglie degli stessi. Toccante tra le tante storie quella raccontata alla BBC dalla famiglia di Khin Myo Chit. La bambina, 7 anni, la è stata uccisa dalla polizia mentre correva verso suo padre durante un’irruzione nella loro casa nella città di Mandalay.

Strage di bambini
Strage di bambini

Inoltre stando ai dati di un’altra associazione per l’infanzia, l’Unicef, altre centinaia di bambini sono feriti, e almeno mille minori detenuti dalle forze di sicurezza. A complicare il tutto anche la situazione rischiosa nel Paese, sul fronte vaccinale: stando sempre a quanto dichiarato dall’Unicef,  sono quasi un milione i bambini non hanno accesso ai vaccini fondamentali.

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0