Bernard Madoff : cala il sipario su uno dei truffatori più grandi di tutti i tempi

Il 14 aprile è deceduto di morte naturale , presso il carcere in cui era stato rinchiuso, il banchiere Bernard Madoff (detto Bernie) di origine statunitense famoso per essere uno dei più grandi truffatori della storia.

Costui aveva organizzato una truffa basata sullo “Schema Ponzi “, con cui è riuscito a guadagnare 65 miliardi di dollari a spese di famose aziende e personaggi illustri anche nel mondo dello spettacolo(Steven Spielberg, Kevin Bacon …).

Nel 2008 venne arrestato e condannato a scontare una pena di 150 anni.

Dove e come è morto Bernard Madoff

Madoff stava scontando la pena di 150 anni nella prigione federale di Butner, in North Carolina. Secondo diverse indiscrezioni la morte è avvenuta al Federal Medical enter di Butler, apparentemente per cause naturali.

Già nel 2019 gli avvocati di Madoff presentarono una richiesta per la sua scarcerazione , evidenziando che soffriva di una malattia renale allo stadio terminale e altre condizioni mediche croniche. La richiesta, però, venne rifiutata.

Chi era Bernard Madoff

Bernard Madoff nacque nel 1938 a New York da una famiglia di ebrei di origine polacca. Conseguì la laurea in Scienze politiche ed iniziò il suo percorso lavorativo come broker, reinvestendo gli utili della sua attività di bagnino a Long Island. Nel 1960 fondò la società di cui sarebbe stato presidente fino al suo arresto, la Bernard L. Madoff Investment Securities. Si trattava di una società di brokeraggio che lavorava fornendo liquidità a coloro che volevano acquisire titoli e obbligazioni alla borsa di New York.

Con il passare del tempo la sua impresa crebbe e decise di assumervi anche molti familiari, come il fratello Peter ed i figli Andrey e Mark. Con i  successi nel mondo finanziario, la sua reputazione personale aumentò a tal punto da divenire consigliere della Sy Syms School of Business della Yeshiva University (facoltà che combina l’istruzione accademica con lo studio della Torah), del famoso teatro New York City Center e presidente del NASDAQ (“Associazione nazionale degli operatori in titoli con quotazione automatizzata”).

Lo “Schema Ponzi” di Madoff e la storia della sua truffa

In cosa consiste lo Schema Ponzi

Schema Ponzi

 

Si tratta di un modello economico di vendita creato da Charles Ponzi nei primi anni del novecento e consiste nel promettere forti guadagni ai primi investitori, a svantaggio di nuovi “investitori”, vittime a loro volta della truffa.

Esso si struttura nelle seguenti fasi:

  • Promessa di un investimento con rendimenti superiori ai tassi di mercato fatta al cliente
  • Restituzione di una parte dell’investimento per aumentare la fiducia nella “promessa “
  • Diffusione della riuscita dell’investimento così che altri clienti ne vengano attratti
  • Interruzione che si verifica quando le richieste di rimborso superano i nuovi versamenti.

Bernard Madoff nel suo sistema, rispetto a quello adottato da Ponzi, prendeva di mira individui che disponevano già di una competenza finanziaria e non proponeva rendimenti incredibili.

Bernard Madoff e l’idea dell’investimento sicuro

“Iniziamo da una piccola cifra, poi se entrambi saremo soddisfatti, passeremo a qualcosa di più corposo “

Erano queste le parole che Bernard Madoff era solito rivolgere ai suoi clienti.

A questi in pratica veniva “promessa” una garanzia di rendimenti più sicuri, abbandonando l’idea di ottenerne di più alti. Madoff offriva un rendimento intorno al 10% annuo e che non subiva variazioni durante l’andamento del mercato.

Dai clienti, una volta averli convinti, riceveva una cifra da gestire. Essa finiva sul conto corrente della Chase Manhattan Bank, da cui lo stesso Madoff prelevava per ripagare le restituzioni o i dividendi agli investitori.

“La truffa”, quindi, consisteva nel versare l’ammontare degli interessi pagandoli con il capitale dei nuovi clienti.

La malefatta passò per molti anni inosservata alle autorità competenti, nonostante per Wall Street ed alcuni analisti finanziari come Harry Markopolos la situazione stesse diventando sempre più sospetta.

Bernard Madoff : il crollo a Wall Street

Bernard Madoff

Negli ultimi mesi del 2008 si verificarono la caduta della Banca Lehnam Brothers e l’aumento degli interessi da pagare ai vecchi clienti rispetto a quelli dei nuovi investimenti (i rimborsi richiesti superarono i nuovi investimenti) che portarono al crollo della compagnia di Madoff.

L’arresto arrivò nel dicembre dello stesso anno, dopo che furono i figli a denunciarlo alla polizia ed inseguito allo scioglimento della compagnia finanziaria di Bernard, nella quale gli investitori persero 65 miliardi di dollari.

Bernard Madoff  e le sue vittime “illustri”

Bernard Madoff considerava i propri investitori come i “valìdos “(favoriti) della Spagna imperiale nell’età moderna. Nella sua compagnia creò uno scomparto speciale che aveva il compito di ricercare clienti facoltosi ed “ esperti” a cui poteva dare la propria “ fiducia “  .

Gli investitori  di Madoff che subirono la truffa e le conseguenze del fallimento della compagnia andavano dai grandi istituti finanziari e  istituzionali a compagnie benefiche e personaggi dello spettacolo.

In particolare ricordiamo:

  • le banche italiane Unicredit, il Banco Popolare, quella francese Natixis e quella inglese  HSBC
  • la Wunderkinder Foundation di Steven Spielberg, l’editore Mortimer Zuckerman, il premio Nobel Elie Wiesel, gli attori John Malkovich e Kevin Bacon

Lorenzo Salerni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0