Individuata in Svizzera variante indiana del Covid-19

In Svizzera è stato registrato un caso della variante indiana Covid-19: a segnalarlo le autorità sanitarie del paese elvetico. 

La nuova variante sarebbe stata individuata in una persona in transito in uno degli aeroporti del Paese, proveniente proprio dall’India, che potrebbe essere inserita nella lista dei Paesi a rischio, come ha inoltre precisato l’UFSP (Ufficio Federale della Sanità Pubblica)

Variante indiana Covid-19: cosa ne sappiamo?

Variante indiana Covid-19
Variante indiana Covid-19

La variante indiana Covid-19, sebbene in Europa sia giunta solo ora (si sono registrati casi nel Regno Unito, in Belgio, Germania, Italia- primo caso a Firenze il 10 marzo scorso- e ora in Svizzera) sarebbe stata individuata per la prima volta nel paese asiatico ad ottobre 2020, più precisamente nella regione  dello Maharashtra, dove attualmente è in vigore un rigido lockdown fino al primo maggio.

Una variante, della quale le caratteristiche principali sono ancora in corso di valutazione; tra queste oltre alla contagiosità e alla letalità, particolare attenzione è rivolta ad una possibile resistenza ai vaccini da parte di questa variante, la quale contrariamente a quelle finora riscontratepresenterebbe due mutazioni, note come E484Q e L425R, sempre a carico della proteina Spike.

Variante indiana Covid-19
Variante indiana Covid-19

Ciò potrebbe pertanto indebolire la risposta specifica indotta dal vaccino, a fronte di due attacchi verso un solo campo di azione-risposta.

martina lumetti

2 thoughts on “Individuata in Svizzera variante indiana del Covid-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0