Post Twitter sul Covid: l’India ne chiede la rimozione

In queste ore sono stati rimossi diversi post Twitter sul Covid-19 su ordine del governo indiano. Il paese asiatico sta affrontando, sul fronte sanitario, una situazione particolarmente delicata, se non addirittura tragica, come evidenziato  addirittura dall’OMS in quanto i contagi giornalieri hanno raggiunto numeri elevatissimi, tanto che lo stesso governo ha prolungato di qualche giorno il lockdown in alcune zone, complice anche la scoperta di una nuova variante, che si è già diffusa anche in Europa e che ha spinto diversi paesi, tra cui anche l’Italia, a chiudere le frontiere per chi proviene dal paese asiatico.

Post Twitter sul Covid-19 rimossi: perchè?

Post Twitter sul Covid-19
Post Twitter sul Covid-19

Un’emergenza, quella dell’aumento dei casi in India, alla quale se ne intreccia un’altra, quella della carenza di ossigeno in molti ospedali del Paese. Una gestione, quella della pandemia in India, che tuttavia è ritenuta da molti cittadini inadeguata ed insufficiente, tanto da sfogare la loro indignazione sui social network.

Da qui la decisione del governo di rimuovere alcuni post Twitter sul Covid-19, in particolare quelli di un politico bengalese che riteneva il primo ministro indiano, Narendra Modi direttamente responsabile della morte di Covid e di un attore che criticava il signor Modi per aver tenuto manifestazioni politiche mentre il virus infuriava.

Post Twitter sul Covid-19 rimossi: la risposta del social e le reazioni del popolo

Post Twitter sul Covid-19
Post Twitter sul Covid-19

Twitter ha affermato di aver esaminato il contenuto quando ha ricevuto una “richiesta legale valida” – in questo caso, si dice che il governo indiano abbia citato l’Information Technology Act 2000.

“Se si determina che è illegale in una particolare giurisdizione, ma non in violazione delle Regole di Twitter, potremmo negare l’accesso al contenuto solo in India”

Post Twitter sul Covid-19
Post Twitter sul Covid-19

Un funzionario indiano ha affermato che il materiale in questione è fuorviante o potrebbe scatenare il panico. Dall’altra parte il popolo indiano ha fortemente criticato il governo reo di concentrarsi sulla “censura” dei Post Twitter sul Covid-19 mentre il proprio Paese era nel mezzo di un “disastro umanitario”.

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0