Svolta caso Denise Pipitone. Dopo 17 anni l’intercettazione choc: l’ha uccisa mamma

Era il 1° settembre 2004 quando Denise Pipitone scomparve da Mazara del Vallo (Sicilia) lasciando dietro sé zero tracce e centinaia di domande irrisolte.

Denise Pipitone abitava in Via Domenico La Bruna, in periferia, nelle vicinanze del cimitero. Non veniva lasciata mai da sola, nello stesso edificio abitavano anche tre cugini con cui giocava sempre.

L’ultima persona ad aver visto Denise è stata la zia, che prima vede il viso della piccola attraverso la porta a specchio, poi invece la vede allontanarsi verso casa della nonna, dal lato di Via Domenico La Bruna, dove si perdono definitivamente le tracce.

Per 17 anni l’intera Italia ha seguito il “giallo Denise Pipitone”, raccogliendosi solidale attorno al dolore della madre che, indagine dopo indagine, è stata subissata di speranze cadute nel vuoto. Non per ultimo il fallimento della pista russa. (QUI l’articolo sulla ragazza Russa)

Denise Pipitone. Intercettazione choc
Denise Pipitone. Intercettazione choc

Oggi il caso Denise Pipitone torna a far parlare. Gli inquirenti si stanno ora concentrando su una nuova pista che sposta l’attenzione su Anna Corona, l’ex moglie del padre della piccola scomparsa.

A Storie Italiane, programma di Rai1 condotto da Eleonora Daniele, sono state mandate in onda delle nuove intercettazioni telefoniche choc effettuate nei giorni in cui la figlia di Piera Maggio era scomparsa ma uscite solo ora allo scoperto.

A parlare sono Jessica e Alice Pulizzi, figlie di Anna Coronala donna su cui vertono i sospetti degli inquirenti.

L’intercettazione choc sul caso irrisolto di Denise Pipitone

«Eravamo a casa, la mamma l’ha uccisa a Denise» dice una voce. «L’ha uccisa a Denise la mamma, tu dici queste cose boh» e Jessica risponde: «Tu non devi parlare». E Alice: «Logico».

Emerge in seguito una seconda fondamentale intercettazione in cui spunta Gaspare, fidanzato di Jessica, che parla con Anna: “La tendina… che gli ho detto là in cucina? Vedi qua e là? È da tre/quattro anni che mi vanno le cose sempre più male” spiega il ragazzo mentre Anna gli chiede: “Mi vuoi bene ? Mi stimi? Non ti scordare certi momenti che sono solo nostri”.

Ma perché uccidere Denise?

Tra le ipotesi, la più certa vede risentimenti personali. Piera Maggio era l’amante di Piero Pulizzi, l’ex marito di Anna Corona. Denise Pipitone sarebbe nata dalla relazione clandestina tra i due. Per questo, sin dall’inizio, i sospetti degli investigatori si sono concentrati sulla famiglia Corona e in particolare su Anna, nella cui abitazione di recente la Procura ha disposto la perquisizione di una botola e di un pozzo, senza però trovare nulla di concreto.

Potrebbe interessarti anche: Denise Pipitone è viva ed è stata ritrovata in Russia

Potrebbe interessarti anche: Olesya non è Denise

Potrebbe interessarti anche: Aldo Moro, il rapimento

 

Silvana Uber

Vicepresidente di una casa editrice nel triveneto, scrittrice per Leonida Edizioni, Eracle Editore, Titani edizioni e talent scout per autori emergenti. Mamma, amante dell'Africa... e del prosecco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0