Crollo della Funivia Stresa-Mottarone: 8 vittime, gravi 2 bambini

Crollo della Funivia Stresa-Mottarone

Tragedia sul Lago Maggiore: a causa del crollo della funivia Stresa-Mottarone 8 delle 11 persone a bordo, sarebbero morte dopo il cedimento di una fune nella parte più alta del tragitto.

È accaduto stamattina, in provincia di Verbania-Cusio-Ossola, lungo la linea della funivia Stresa-Alpino Mottarone da poco rimessa in funzione. Una cabina è caduta in uno dei punti più alti del percorso, dove l’impianto corre più staccato da terra. Otto persone sono morte e due bambini sono stati portati dai soccorsi all’ospedale Regina Margherita di Torino in gravi condizioni.

Sembra che l’incidente sia stato causato dal cedimento di una fune nella parte più alta del tragitto che, partendo dal Lago Maggiore, raggiunge i 1.491 metri d’altezza. La corsa dura una ventina di minuti.

È ancora in corso l’intervento delle squadre di soccorso. Sul posto dalle 12,30 i vigili del fuoco e il personale del Soccorso alpino che stanno cercando di estrarre i corpi.

Ma non è tutto.

Uno dei camion dei vigili fuoco, chiamati per l’emergenza, si è ribaltato mentre saliva in vetta senza causare altri feriti. In conseguenza di ciò, sono state chiuse le strade che portano in vetta per permettere ai soccorsi di intervenire più celermente. In vetta si lavora contro il tempo in un’atmosfera surreale con il rumore delle sirene dei mezzi dei vigili del fuoco e le pale degli elicotteri.

crollo della funivia
crollo della funivia

Crollo della Funivia Stresa-Mottarone: Manutenzione e riapertura

Chiusa nel 2014 per garantirne una revisione generale, il 13 agosto 2016 è stata inaugurata la riapertura della funivia: i lavori sono costati 4 milioni di euro e sono stati eseguiti dalla ditta Leitner di Vipiteno. La manutenzione ha comportato numerosi interventi tra cui la sostituzione dei motori, dei quadri elettrici, dell’apparato elettronico, dei trasformatori.
Dopo il lockdown per covid19, la funivia era stata riaperta il 24 aprile e questa era una delle prime domeniche adibita ai tanti turisti che dal lago salivano in cima per godersi il panorama.

crollo della funivia
crollo della funivia

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0