Condanna di ergastolo, per il padre del bimbo ucciso a Milano nel 2019

Condanna di ergastolo per Alija Hrustic, il 26enne di origini croate imputato per l’omicidio del figlio di due anni e mezzo, ucciso a Milano nel 2019. Per Hrustic inclusi anche nove mesi di isolamento diurno. La sentenza è stata pronunciata dalla Corte d’assise di Milano, che ha riconosciuto anche il reato di torture, oltre all’omicidio volontario e ai maltrattamenti e che ha accolto la richiesta della pm.

“Non mi aspettavo la condanna per la tortura, per come è stata ricostruita negli atti, né mi aspettavo l’ergastolo. Speravo piuttosto, in una condanna a trent’anni, l’avrei ritenuta più attinente ai fatti così come sono stati ricostruiti al di là degli articoli della stampa”

Ha aggiunto l’avvocato difensore preannunciando il ricorso in appello.

condanna di ergastolo
condanna di ergastolo

 Condanna di ergastolo per Alija Hrustic: Bocciata la difesa

Il delitto risale alla notte tra il 21 e il 22 maggio 2019.

I soccorritori arrivarono nell’appartamento di un caseggiato popolare in zona San Siro, dopo essere stati chiamati, trovando il bambino già morto e con lividi e bruciature su tutto il corpo. Del padre, che poco prima aveva chiamato il 118, non c’era più traccia.

L’uomo venne rintracciato e arrestato poche ore dopo in un appartamento in cui si era rifugiato insieme alle altre due figlie. Confessò immediatamente di avere ucciso il piccolo perché si era sporcato, non aveva il pannolino, continuava a piangere e non lo faceva dormire.

Secondo la difesa Hrustic non aveva intenzione di uccidere il piccolo, ma voleva soltanto punirlo perché si era sporcato. La richiesta del legale, di aggiornare il reato principale da omicidio volontario a omicidio preterintenzionale non è stata accolta dai giudici.

L’imputato, presente in aula al momento della lettura della sentenza, dovrà anche versare una provvisionale di 100.000 euro a favore della moglie e delle altre figlie che si sono costituite parti civili nel processo. Le motivazioni della sentenza saranno depositate tra 90 giorni.

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0