Nuovo mandato d’arresto per Marilyn Manson per un’aggressione del 2019

Nuovo mandato d’arresto per Marilyn Manson risalente al 2019

Dopo le accuse di violenza domestica da parte dell’attrice Evan Rachel Wood, arriva un nuovo mandato d’arresto emesso nei confronti della rockstar Marilyn Manson per due capi d’accusa di aggressione di tipo illecito, legati a un incidente durante un concerto del 2019.

La polizia di Gilford, New Hampshire, ha annunciato in un post su Facebook di martedì 25 maggio, che c’è un mandato attivo per Manson, con due accuse di aggressione semplice di classe A.

I due reati avrebbero avuto luogo in uno spettacolo che ha suonato al Bank of New Hampshire Pavilion il 18 agosto 2019 come parte del suo Hell Never Dies co-headliner tour con Rob Zombie.

nuovo mandato
nuovo mandato

Secondo la polizia le accuse di aggressione, in relazione ai fatti avvenuti durante un suo concerto del 2019, avrebbero coinvolto un operatore video che si trovava nella zona parterre adibita ai fotografi, quando si sono verificate le presunte aggressioni.

La polizia di N.H. ha confermato che le presunte aggressioni “non sono di natura sessuale”, dopo che un certo numero di notizie ha messo in dubbio che fossero legate a una crescente serie di accuse recenti contro il cantante 52enne da parte di donne che sostengono che lui le ha aggredite sessualmente, mentalmente e fisicamente.

“Il signor Warner, il suo agente e il suo consulente legale sono a conoscenza del mandato da un po’ di tempo e non ha fatto alcuno sforzo per tornare nel New Hampshire per rispondere alle accuse pendenti”

Così si legge, nella dichiarazione del dipartimento di polizia che ha specificato che l’emissione di un mandato di arresto “non è una presunzione di colpevolezza”. I reati minori possono comportare una possibile pena detentiva inferiore a un anno e una multa di 2.000 dollari o meno.

In una dichiarazione alla rivista People, l’avvocato di Manson, Howard King, ha detto:

“Non è un segreto per chiunque abbia assistito a un concerto di Marilyn Manson che gli piace essere provocatorio sul palco, soprattutto di fronte a una telecamera.

Questo reato è stato perseguito dopo che abbiamo ricevuto una richiesta da un operatore video del locale per più di 35.000 dollari, dopo che una piccola quantità di sputo è entrata in contatto con il suo braccio. Dopo aver chiesto le prove di qualsiasi presunto danno, non abbiamo mai ricevuto una risposta”.

King ha etichettato la richiesta come “ridicola”, ma ha detto che sono impegnati a collaborare con le autorità per tutta la durata del caso. Tre partecipanti hanno riferito alla rivista, di aver visto Manson “sparare il suo moccolo” alla donna della telecamera.

 “Sputava dappertutto e una volta è finito sulla sua macchina fotografica, così lei l’ha pulita e sembrava semi-irritata. Lui l’ha notato e ha continuato a sputare di proposito sulla sua telecamera”

Ha detto un partecipante senza nome.

“Penso che l’ultima goccia sia stata che lui è salito sul pavimento, è arrivato a 2-3 piedi da lei e ha lanciato un enorme sputo su di lei e non sulla macchina fotografica. Lei era incazzata e disgustata, così se n’è andata infuriata e lui si è messo a ridere”.

Il tutto, senza dimenticare i momenti in cui sembra bruciare una bibbia. Ma si sa, gli spettacoli dal vivo di Manson presentano spesso momenti come questi, in cui il cantante si diverte a far scena nei modi più assurdi e inaspettati, con quella goliardia che lo caratterizza.

“Ero proprio lì quando è successo, lei era oltremodo furiosa quando lui le ha fatto questo”

Ha confermato una guardia di sicurezza nel locale.

“Lui le ha sputato addosso un paio di volte e poi si è avvicinato molto alla telecamera e le ha soffiato addosso un enorme razzo di moccio. Dopo che l’ha fatto, lei ha quasi gettato la telecamera a terra”.

Un nuovo inaspettato retroscena nei confronti di una delle personalità più trasgressive e irriverenti del mondo musicale, che tutto potrebbe essere tranne che motivo di un arresto del tutto insensato.

nuovo mandato
nuovo mandato

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0