DPCM e Green Pass Covid: arriva la firma ufficiale di Draghi

Con la firma ufficiale all’ultimo DPCM, il premier Mario Draghi ha dato ufficialmente il via al Green Pass Covid, che dal 1° luglio consentirà ai cittadini dell’Unione Europea di tornare a viaggiare. In particolare nel DPCM vengono illustrate le modalità di accesso e d’utilizzo dello stesso.

Green Pass Covid: cos’è esattamente? A cosa servirà?

Come illustrato nei mesi precedenti, quando si è cominciato a discuterne della sua applicabilità, il Green Pass è una vera e propria “certificazione verde digitale” che consente di viaggiare e spostarsi non solo sul territorio nazionale, ma anche negli altri Paesi dell’Unione Europea, senza l’obbligo di test e quarantena preventiva di 5 o 10 giorni, rispetto a quanto accadeva prima. Una decisione, quella della quarantena preventiva all’arrivo o del test di controllo, che tuttavia sarà a discrezione dei Paesi dell’Unione stessa, in relazione alla situazione epidemiologica.

Green Pass Covid
Green Pass Covid

Ma i viaggi non sono l’unico campo di applicabilità del Green Pass Covid, che sarà reso obbligatorio per la partecipazione ad alcuni eventi, quali matrimoni o concerti, o per l’accesso alle strutture sanitarie assistenziali.

Chi può rilasciare la “certificazione verde digitale”? A chi può essere rilasciata?

Tale certificazione può essere rilasciata in forma cartacea dal proprio medico di base o pediatra, mostrando la propria tessera sanitaria, ma anche in farmacia, mentre per quanto riguarda la forma digitale (QR code) essa viene fornita attraverso la piattaforma telematica dgc.gov.it, dalla quale sarà possibile visualizzare ed eventualmente stampare la certificazione verde digitale su pc, tablet o smartphone.

Green Pass Covid
Green Pass Covid

Il Green Pass Covid può essere rilasciato a chi ha completato il ciclo vaccinale a chi risulta guarito dal Covid-19  o a chi si è sottoposto a tampone molecolare con esito negativo nelle 48 ore precedenti la partenza o la partecipazione all’evento. Partenza, che, come precisato anche dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, vedrà in ogni fase il mantenimento delle misure fondamentali di sicurezza, ossia distanziamento di almeno un metro e utilizzo della mascherina in tutte le fasi del trasferimento.

Green Pass Covid: dove si potrà tornare a viaggiare?

Green Pass Covid
Green Pass Covid

INoltre recentemente, gli ambasciatori dei Paesi membri dell’Unione hanno aggiornato l’elenco dei Paesi nei quali sarà consentito l’ingresso dei turisti per viaggi non essenziali: infatti oltre a Giappone, Australia, Israele, Nuova Zelanda, Ruanda, Singapore, Corea del Sud e Thailandia, vanno ad aggiungersi alla lista anche:

  • Stati Uniti
  • Albania
  • Libano
  • Macedonia del Nord
  • Serbia
  • Taiwan
  • Hong Kong
  • Macao

martina lumetti

2 thoughts on “DPCM e Green Pass Covid: arriva la firma ufficiale di Draghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0