Protesta a Torino per il Green Pass, in 2000 in piazza Castello

Torino. Nel corso di questa serata migliaia di persone hanno indetto una protesta a Torino contro il nuovo decreto sul Green Pass in Italia, la cui approvazione da parte del Governo è avvenuta oggi. Più di 2000 persone, stando alla Digos, si sono radunate in piazza Castello nell’ambito del No paura Day, una manifestazione lanciata sul web allo scopo di contrastare l’obbligo della certificazione verde, sulla falsariga delle recenti manifestazioni in Francia.

Il Green Pass, recente iniziativa europea pensata inizialmente per agevolare gli spostamenti tra i paesi dell’Unione, è una certificazione che si ottiene con la vaccinazione, già alla prima dose, o se si è recentemente guariti dal covid. Dall’avvenuta guarigione, però, devono essere passati non meno di 3 mesi e non più di 6 mesi.

Protesta a Torino, i manifestanti: “il Green Pass è incostituzionale”

Tra la folla, al grido di “libertà, libertà“, non sono mancati esponenti politici: erano presenti membri di Forza Nuova Torino e di Italexit. Diversi speaker si sono alternati sul palco allestito per l’evento, tra cui l’avvocato Maurizio Giordano, che ha definito il Green Pass “incostituzionale e contro la normativa europea” e che ha parlato di una dittatura ormai prossima, e il candidato sindaco del capoluogo piemontese, il docente universitario Ugo Mattei.

Nel corso della manifestazione sono partiti cori e fischi di dissenso quando sul palco è stato menzionato il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza, e l’obbligo vaccinale. Quella torinese è soltanto la prima di una serie di manifestazioni che si terranno in tutta la nazione, facenti parte del No paura Day.

 

Protesta a Torino
Protesta a Torino (fonte: Ansa) – Politically Uncorrect

Martina Zennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0