Politica dei tre figli: la Cina comincia ad elargire i primi sostegni

Politica dei 3 figli: in arrivo primi sostegni economici da parte della Cina. Dopo la recente approvazione della legge sul miglioramento delle politiche sulle nascite , il governo di Xi Jinping ha deciso di adottare alcune importanti misure economiche e finanziare, allo scopo di promuovere uno sviluppo demografico equilibrato a lungo termine. Un altro passo in avanti, quello del Paese asiatico, dopo l’abolizione nella della cosiddetta “politica del figlio unico” che era stato imposta per fermare un’esplosione demografica nel 1982, sostituendolo con un limite di due figli.

Politica dei 3 figli: cosa prevede? Il controllo delle nascite in Cina dagli anni ’70 ad oggi

La politica dei 3 figli è solo una delle tante politiche messe in atto negli anni dal governo cinese per tenere sotto controllo il Paese dal punto di vista demografico, dal momento che la Cina è fin dalla notte dei tempi uno, se non addirittura il Paese più popoloso non solo dell’Asia, ma anche del mondo.

Politica dei 3 figli
Politica dei 3 figli

Alla fine degli anni ’70, grazie al Partito Comunista cominciò a diffondersi l’ideale della famiglia perfetta come quella composta da due genitori e un solo bambino: un ideale che si concretizzò nel 1979, con l’introduzione della prima legge, che vietava alle donne cinesi di concepire più di un figlio, educandole al grido di Wan Xi Shao, ossia: matrimonio e gravidanza in età  avanzata (wan), un intervallo tra un figlio e l’altro più dilatato (xi) , e meno figli (shao), al massimo due, per coppia.

Politica dei 3 figli
Politica dei 3 figli

Qualche anno dopo alla legge seguirono anche sanzioni, soprattutto di natura pecuniaria, a chi trasgrediva, e venne inoltre istituita privatamente  la “Pianificazione Familiare”, che fino ad allora era gestita localmente dal sistema sanitario.

All’inizio degli anni ’80 le regole divennero più flessibili, e alle donne cinesi fu concesso di avere due figli anziché, ma si dovrà arrivare al 2013 per la completa abolizione di questa legge, divenuta effettiva nel 2016 con l’abolizione delle relative sanzioni.

Una vera e propria inversione di rotta quella del governo cinese, che ha deciso addirittura di incentivare le famiglie che decidono di avere più di un figlio, 

Politica dei 3 figli: gli aiuti del governo cinese

Politica dei 3 figli
Politica dei 3 figli

Quelle adottate dalla Cina sono una serie di misure di sostegno a favore delle famiglie con più di un figlio, il cui principale obiettivo è quello di ottimizzare la struttura demografica del Paese e raggiungere uno sviluppo demografico equilibrato e a lungo termine. Aiuti ai quali queste famiglie possono accedere avendo il loro Hukou, o stato di registrazione della famiglia, e che prevederanno sussidi economici calcolati in base al numero di figli. A fare da apripista la città cinese sud-occidentale di Panzhihua, che offrirà ad ogni famiglia un sussidio mensile di 500 yuan (circa 76,9 dollari) per ogni bimbo nato dopo il primo, fino al compimento dei tre anni.

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0