Chiusura Tokyo 2020, l’Italia conclude l’Olimpiade con 40 medaglie

Si è da poco svolta la cerimonia di chiusura Tokyo 2020, che ha sancito la conclusione di questa Olimpiade svoltasi in circostanze particolari a causa della pandemia in corso. Per gli azzurri è stata una delle Olimpiadi migliori della storia, avendo accumulato nel medagliere ben 40 medaglie tra ori, argenti e bronzi. Le più clamorose in assoluto sono state i due ori di Jacobs e Tamberi, conquistate a pochi minuti l’una dall’altra. E proprio Marcell Jacobs, l’atleta vincitore per i 100 metri maschili, è stato il portabandiera della nazionale italiana durante la cerimonia tenutasi nella giornata di ieri.

 

Chiusura Tokyo 2020
Chiusura Tokyo 2020 (fonte: Tuttosport) – Politically Uncorrect

 

Ad aprire la cerimonia di chiusura Tokyo 2020, per ricordare le tradizioni locali, un gruppo di giapponesi in kimono, seguita dalla presentazione di Thomas Bach, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, e del principe Hakishino. È seguita, successivamente, la sfilata delle bandiere di tutte le nazionali partecipanti, a partire da quella del paese ospitante, il Giappone, accompagnata dal suo inno nazionale.

 

Chiusura Tokyo 2020
Chiusura Tokyo 2020 (fonte: Quotidiano.net) – Politically Uncorrect

Chiusura Tokyo 2020, tutte le medaglie italiane

L’Italia ha concluso questa Olimpiade brillantemente, con il medagliere più alto dell’ultimo secolo. Alla chiusura Tokyo 2020 spicca in particolare l’atletica leggera, che con questi Giochi Olimpici ha segnato la sua rinascita: cinque ori per Marcell Jacobs nei 100 metri maschili, Gianmarco Tamberi nel salto in alto, Massimo Stano nei 20 km di marcia maschile e Antonella Palmisano nei 20 km di marcia femminile, e la squadra di staffetta 4×100 maschile con Marcell Jacobs, Lorenzo Patta, Filippo Tortu e Eseosa Desalu. Di seguito il resto del medagliere alla chiusura Tokyo 2020.

Canoa e cannottaggio

Nei 200 metri in canoa Manfredi Rizza ha conquistato l’argento, mentre nel canottaggio Federica Cesarini e Valentina Rodini hanno vinto l’oro nei doppi pesi leggeri femminili. Nei doppi pesi leggeri maschili, Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta hanno raggiunto il terzo posto del podio. Bronzo anche per i Quattro senza, con la squadra di Matteo Castaldo, Matteo Lodo, Marco Di Costanzo e Giuseppe Vicino.

Ciclismo

Nel ciclismo su pista, nell’inseguimento a squadre maschile oro per la squadra azzurra composta da Filippo Ganna, Simone Consonni, Jonathan Milan e Francesco Lamon, bronzo per Elia Viviani nell’Omnium maschile. Passando al ciclismo su strada, Elisa Longo Borghini ha ottenuto il bronzo nella Prova in linea femminile.

Ginnastica artistica e ritmica

Vanessa Ferrari, pluripremiata campionessa della nazionale italiana, ha vinto l’argento nel Corpo libero individuale di ginnastica artistica. Le ginnaste della squadra di ritmica, Martina Centofanti, Martina Santandrea, Agnese Duranti, Alessia Maurelli e Daniela Mogueran hanno vinto il bronzo nell’All around squadre.

Arti marziali e lotta

Diverse medaglie sono arrivate anche dalle arti marziali. Nello Judo, Odette Giuffrida è bronzo per i -52 kg femminile, bronzo anche per Maria Centacchio per i -63 kg femminili. Nel karate femminile primo posto del podio per Viviana Bottaro nel Kata femminile, oro anche per Luigi Busà nel Kumite -75 kg. Nel taekwondo oro per Vito Dell’Acquila nei -58 kg maschile. Nella Lotta, Abraham de Jesus Coneydo Ruano conquista l’argento nella libera 97 kg maschile.

Nuoto

Il nuoto è stata un’altra disciplina tra quelle che hanno arricchito maggiormente il medagliere azzurro. Bronzo nei 100m Rana maschile per Nicolò Martinenghi, nei 200m Farfalla maschile per Federico Burdisso e negli 800m Stile libero femminile per Simona Quadarella; argento negli 800m Stile libero maschile per Gregorio Paltrinieri.

Nelle staffette, la squadra dei 4×100 Stile libero, composta da Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Manuel Frigo e Lorenzo Zazzeri ha vinto l’argento; la squadra dei 4×100 Misti composta da Thomas Ceccon, Alessandro Miressi, Nicolò Martinenghi e Federico Burdisso ha ottenuto il bronzo. Nel nuoto di fondo, bronzo per Gregorio Paltrinieri nella Maratona 10 km maschile.

Pugilato

Nel pugilato Irma Testa ha vinto il bronzo nella disciplina dei Pesi piuma femminile (54-57 kg).

Scherma

Tre argenti per Luigi Samele nella Sciabola maschile individuale, Daniele Garozzo nel Fioretto maschile individuale e nella Sciabola maschile a squadre (Luca Curatoli, Aldo Montano, Enrico Berré e Luigi Samele). Due bronzi per la Spada femminile a squadre (Federica Isola, Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Alberta Santuccio) e nel Fioretto femminile a squadre (Erica Cipressa, Arianna Errigo, Martina Batini e Alice Volpi).

Sollevamento pesi

Il sollevamento pesi ha visto due bronzi per Mirko Zanni nei 67 kg maschile e Antonio Pizzolato negli 81 kg maschile, e un argento per Giorgia Bordignon nei 64 kg femminile.

Tiro a volo e con l’arco

Nel tiro a volo Diana Bacosi ha ottenuto l’argento nello Skeet femminile. Nel tiro con l’arco un bronzo per Lucilla Boari nel Femminile individuale e un argento per Mauro Nespoli nel Maschile individuale.

Vela

Ruggero Tita e Caterina Banti hanno vinto l’oro nel Nacra 17 Misto.

Insomma, come hanno affermato in molti: il cielo sopra Tokyo è sempre più azzurro, dalla celebre canzone di Rino Gaetano, “Il cielo è sempre più blu“.

 

Chiusura Tokyo 2020
Chiusura Tokyo 2020 (fonte: TPI) – Politically Uncorrect

 

Cosa ne pensate della chiusura Tokyo 2020? Vi è piaciuta la cerimonia? Fatecelo sapere in un commento!

Martina Zennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0