Nuove regole Green Pass dall’1 settembre: ecco cosa cambierà

Arrivano le nuove regole Green Pass in Italia. Dopo l’obbligo di esibire il Green Pass per consumare al chiuso nei bar e ristoranti, entrare al cinema, assistere ad eventi sportivi e, in generale, per tutti i luoghi e le attività previsti dal decreto del 6 agosto, nuove importanti novità sono all’orizzonte. A decorrere dall’1 settembre, verranno apportate delle modifiche all’attuale decreto che regolamenta il Green Pass e il suo utilizzo.

Nuove regole Green Pass: obbligo per i mezzi pubblici e le scuole

Il decreto in atto dal 6 agosto resterà in vigore, ma da settembre il Green Pass verrà richiesto anche nelle scuole, università e per l’accesso ai mezzi pubblici. Per prendere il treno, l’aereo o anche più banalmente un autobus, diventerà necessario possedere la certificazione verde. Questo, però, solamente qualora lo spostamento avvenga tra due o più regioni, mentre, per quanto riguarda i treni di Trenitalia, saranno coinvolte le linee ferroviarie Intercity, Intercity Notte e tutte le Alta Velocità, ossia i Freccia Bianca, Argento e Rossa.

Il Green Pass viene rilasciato a chi ha effettuato almeno una dose di vaccino, ha l’esito negativo di un tampone rapido o molecolare effettuato non più di 48 ore prima, oppure chi è guarito dal covid19 non più di 6 mesi fa e non meno di 3 mesi.

Sono esenti dall’obbligo di Green Pass i minori di 12 anni e coloro che per ragioni mediche certificate non possono sottoporsi al vaccino. Il certificato vaccinale rilasciato nei centri vaccini, negli ambulatori adibiti e dai medici di base al momento della somministrazione sarà valido fino al 30 settembre 2021, dopodiché sarà necessario procurarsi il Green Pass, scaricandolo dal sito del Ministero, dalle app Io e Immuni, oppure richiedendolo in una farmacia.

 

Nuove regole Green Pass
Nuove regole Green Pass (fonte: Ristorazione Italiana Magazine) – Politically Uncorrect

 

Le nuove regole Green Pass mirano a misure più restrittive in vista dell’autunno, per ridurre il più possibile i nuovi picchi di contagio che potrebbero avvenire con l’abbassarsi delle temperature.

Martina Zennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0