Quarantena per i vaccinati: fino a quando sarà in vigore?

Negli ultimi giorni, con la maggior spinta alla campagna vaccinale (complice anche la prossima estensione del Green Pass a partire del 15 ottobre ) la questione legata alla quarantena per i vaccinati torna sul banco nel dibattito politico e scientifico. A riaprirlo è stato il sottosegretario alla Salute, Pier Paolo Sileri, che ha dichiarato come questa misura di prevenzione, così come mascherine e distanziamento, nel tempo potrebbero essere accantonate, anche se non nell’immediato:

 “Le cose stanno andando molto bene, è un momento di transizione. Stiamo attenti ad eventuale altre varianti, osserviamo ciò che accadrà in merito ai contagi dopo aver riaperto tutto, compreso le scuole. E poi credo sia auspicabile e anche molto di buon senso liberare coloro che sono vaccinati dalle quarantene[..]”.

Lo stesso Sileri ha inoltre affermato come il 2022 potrebbe rappresentare l’anno della svolta, se si continuano a monitorare le varianti Covid-19

Quarantena per i vaccinati: la situazione attuale

Ad oggi, stando alle ultime Circolari del Ministero della Salute, la quarantena in caso di contatto con un positivo al Covid-19 varia a seconda che tale contatto sia ad alto e a basso rischio, oltre che sullo stato del ciclo vaccinale.

Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, per “contatto ad alto rischio” s’intende:

  • una persona che vive nella stessa casa di un caso COVID-19
  • una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso COVID-19 (per esempio la stretta di mano)
  • una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso COVID19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati)
  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso COVID-19 in assenza di DPI idonei
  • un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19 senza l’impiego dei DPI raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei
  • una persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso COVID-19; sono contatti stretti anche i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto.

Per “contatto a basso rischio”, invece, si intende:

  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, ad una distanza inferiore ai 2 metri e per meno di 15 minuti
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) o che ha viaggiato con un caso COVID-19 per meno di 15 minuti
  • un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19, provvisto di DPI raccomandati
  • tutti i passeggeri e l’equipaggio di un volo in cui era presente un caso COVID-19, ad eccezione dei passeggeri seduti entro due posti in qualsiasi direzione rispetto al caso COVID-19, dei compagni di viaggio e del personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto che sono infatti classificati contatti ad alto rischio.
quarantena per i vaccinati
quarantena per i vaccinati

Nel caso di ciclo vaccinale completo, la quarantena per i vaccinati non è necessaria se il contatto è a basso rischio, mentre è di almeno 7 giorni dall’ultima esposizione al caso se questo è ad alto rischio; nel caso invece di somministrazione di una sola dose di vaccino, il periodo di quarantena per i vaccinati è di almeno 10 giorni trascorsi i quali sarà necessario in ogni caso effettuare un tampone molecolare/antigenico negativo.

In ognuno di questi casi, la persona vaccinata deve comunque sempre adottare le opportune misure di prevenzione, ossia distanziamento sociale, mascherina ed igienizzazione delle mani

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0