Quali conseguenze ha Covid-19 sul nostro cervello?

Dalle difficoltà respiratorie, alla perdita di gusto e olfatto, fino ad arrivare ictus, encefalopatie, alla cosiddetta “nebbia mentale”: le conseguenze di Covid-19 sul nostro organismo ormai le conosciamo tutti, ma forse quello che si tende a sottovalutare è il fatto che, dopo l’apparato respiratorio, sito nel quale il virus inizia la sua replicazione e la sua diffusione, la parte del nostro corpo che subisce i maggiori effetti della malattia è il nostro sistema nervoso.

Covid-19 e sistema nervoso centrale : da dove si è partiti?

conseguenze di Covid-19
conseguenze di Covid-19

Una relazione, quella tra infezione da Covid-19 e sistema nervoso, risultata evidente dai primissimi casi in Cina, tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 divenuta oggetto di numerosi studi multicentrici che hanno come scopo l’individuazione dei reali meccanismi che stanno alla base di questo fenomeno, dopo che è stato osservato come il virus ha difficoltà a superare il sistema di difesa del cervello – la barriera ematoencefalica – e che non attacca necessariamente i neuroni in modo significativo.

Ulteriori studi hanno evidenziato infatti come una delle vie attraverso le quali SARS-CoV-2 raggiunge il sistema nervoso centrale è  attraverso la mucosa olfattiva, il rivestimento della cavità nasale, che confina con il cervello. Il virus si trova spesso nella cavità nasale, in quanto i recettori ACE-2, a cui il coronavirus si lega per entrare nell’organismo ospite, sono presenti sulla membrana sia delle cellule dei bulbi olfattivi, al di là della mucosa nasale, sia quelle del tronco encefalico.

conseguenze di Covid-19
conseguenze di Covid-19

Danni, quelli a livello cerebrale, che possono essere provocati anche in modo indiretto, in quanto un danno all’apparato respiratorio può comportare un’alterazione nel trasporto e nello scambio di ossigeno, e quindi viene ad instaurarsi una condizione di ipossia, che può compromettere l’attività cerebrale.

A questo va aggiunto anche un danno indiretto di natura infiammatoria: l’infezione da Covid-19, sopratutto nei pazienti più gravi, è caratterizzata da uno stato di iperinfiammazione  che si ripercuote a lungo andare anche a livello del sistema nervoso centrale, in quanto si ha un indebolimento della barriera ematoencefalica più debole, che favorisce l’ingresso di sostanze potenzialmente tossiche presenti nel sangue, che possono indurre un danno cerebrale.

Conseguenze di Covid-19 sul cervello: quali sono le più note?

conseguenze di Covid-19
conseguenze di Covid-19

Danno cerebrale, che si traduce in disturbi che vanno dall’ ictus, all’encefalopatia, alla cosiddetta “nebbia mentale”, quest’ultima dovuta principalmente un’infiammazione dei vasi sanguigni cerebrali. 

Proprio un’alterazione a livello cerebrale in seguito all’infezione da Covid-19 è responsabile di uno dei primi sintomi della malattia, ossia la perdita dell’olfatto, nota scientificamente come anosmia.Infatti a causare tale perdita non sarebbe un danno diretto ai neuroni olfattivi, ma a delle cellule “accessorie”, non neuronali, che presentano  il recettore Ace2, vero responsabile della trasmissione del virus nei vari distretti corporei.

Un’altra tra le conseguenze di Covid-19 è l’encefalopatia acuta, ovvero uno stato di confusione mentale, con perdita di attenzione e memoria, che nei casi più gravi può sfociare in una vera e propria alterazione dello stato di coscienza e al coma; alla base di tale disturbo spesso vi è una scarsa ossigenazione cerebrale, conseguenza della polmonite da Covid-19 o nell’infiammazione cerebrale (detta anche encefalite).

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0