Dipendenza da social network e giovani : il dibattito infiamma il mondo

Il blocco di ben 7 ore che ha coinvolto i giorni scorsi il Web, in particolare le “creature” di Mark Zuckerberg, e le reazioni che questo ha provocato, ha portato ancora più alla luce un tema molto delicato, quello della dipendenza da social network, che ancora di più negli ultimi due anni ha riguardato in particolare i giovani.

dipendenza da social

Giovani, che a causa della pandemia da Covid-19 hanno visto stravolte interamente le loro abitudini, dalla scuola con l’introduzione della DAD (Didattica a Distanza), ai rapporti sociali, che ancora di più in questa fase così delicata com’è l’adolescenza sono importanti, e nello sviluppo quali proprio la scuola riveste un ruolo importante.

Didattica a distanza, che ha portato ad un maggior utilizzo del PC e del Web da parte degli adolescenti, con un occhio di riguardo ai social network, le cui iscrizioni negli ultimi anni hanno subito un notevole incremento.

Dipendenza da social network e giovani : è davvero tutta colpa di Covid-19?

dipendenza da social lockdown
dipendenza da social lockdown

Incremento non solo nelle iscrizioni, ma anche nel tempo trascorso sui vari social network, che in periodo soprattutto di lockdown , sono stati per gli adolescenti e non solo l’unica finestra sul mondo, per mantenere i contatti e per raccontarsi attraverso video, stati di Facebook e stories Instagram.

Tuttavia ancora adesso che grazie alla campagna vaccinale e alle varie misure di prevenzione si sta ritornando ad una sorta di normalità, l’utilizzo dei social network da parte dei giovani è ancora molto elevato, e in alcuni casi si parla di vera e propria dipendenza da social network.

Dipendenza confermata da alcune ricerche di Facebook che mostrano come oltre il 6% dei bambini e degli adolescenti sono così dipendenti dai social network, soprattutto da Instagram che il social “danneggia materialmente la loro salute e il loro rendimento scolastico”.

Danni che sono pari a quelli causati da altre forme di dipendenza (es. alcol o tabacco), ossia alterazione dell’umore, mancata percezione della realtà, salienza ( il social networking diventa l’attività più importante nella vita di una persona e domina il suo pensiero, i suoi sentimenti (voglie, desideri…) oltre a condizionarne il comportamento (deterioramento del funzionamento personale), portando talvolta a conseguenze estreme.

Dipendenza da social, che per i cosiddetti “nativi digitali” è quasi normale, in quanto, secondo le parole di Giulio Maira (professore ordinario di neurochirurgia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma) “è diventata una parte imprescindibile della loro esistenza; oramai sono assuefatti a muoversi nel mondo contenuto in uno smartphone o in un tablet, all’interno del quale vivono la loro vita, le relazioni, le esperienze” , ma ciò non esime dal prestare attenzione alle “trappole” e ai pericoli dei social network nelle quali il più delle volte cadono i minori che impazzano sul web.

Dipendenza da social network e giovani : i consigli degli esperti

dipendenza da social
dipendenza da social

Pericoli, che secondo gli esperti, possono e devono essere evitati partendo da un’adeguata educazione dei giovani ad un uso corretto e limitato dei social, che deve partire dalla scuola, ma soprattutto dalla famiglia, che tende spesso a soffermarsi di più sugli ostacoli e i pericoli della vita reale che di quelli del mondo virtuale. Un’educazione che non deve essere esclusivamente sinonimo di “sottrazione” e “privazione”, ma più di promozione ad uno uso positivo, favorendo anche le relazioni sociali “offline” e stabilendo insieme un insieme di “regole di buona convivenza” quali ad esempio:

  • il non utilizzo del cellulare a tavola o nei momenti di convivialità in famiglia
  • optare per attività ricreative che coinvolgono la famiglia (es. giochi di società)
  • Lanciare e raccogliere la sfida: tutti un’ora senza cellulare; magari cominciando gradualmente con un tempo più breve, pere poi allungarlo

 

 

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0