Emergenza Covid-19: nuove regole per i trasporti

Nuove regole per i trasporti in Italia: cambia il modo di viaggiare ai tempi del Covid-19. Nonostante la situazione sia migliore rispetto ad altri Paesi dell’Unione Europea, quali Austria e Germania, nei quali si sta correndo ai ripari con misure più stringenti, anche in Italia si è registrato un aumento dei positivi Covid-19, tanto che il governo sta correndo ai ripari, con nuove misure che riguardano anche gli spostamenti.

I ministeri dei Trasporti e della Salute hanno emesso una nuova ordinanza infatti che riguardano mezzi pubblici (autobus e tram), ma anche i treni, sia a breve che a lunga percorrenza.

Nuove regole per i trasporti in Italia: cosa cambierà?

Autobus e metro

regole per i trasporti
regole per i trasporti

La nuova ordinanza segna il ritorno sui mezzi pubblici della biglietteria e del controllo dei titoli di viaggio, il quale verrà effettuato da personale addetto, che verrà adeguatamente fornito di mascherine (chirurgiche o FFP2) e dotazione di soluzione idroalcolica per la frequente igienizzazione delle mani; inoltre sui mezzi tornerà in uso la porta anteriore, quella vicina al conducente, qualora che tra la postazione dello stesso e il resto del mezzo sia installata un pannello divisorio a tutela delle persone a bordo.

Taxi

regole per i trasporti
regole per i trasporti

Per quanto riguarda i taxi, il principale cambiamento introdotto dalla nuova ordinanza, che si aggiunge all’obbligo del Green Pass per l’autista e l’uso di dispositivi di protezione riguarda la capacità nella parte posteriore , che non potrà ospitare più di due persone, a patto che queste non appartengano allo stesso nucleo familiare.

Treni

regole per i trasporti
regole per i trasporti

Le novità più importanti introdotte con la nuova ordinanza, tuttavia, riguardano il trasporto ferroviario, per il quale le regole saranno ancora più stringenti, a cominciare dai controlli di biglietto e Green Pass, che verranno effettuati alla stazione anziché a bordo del mezzo ad inizio del viaggio, ove possibile; inoltre la polizia ferroviaria e le autorità sanitarie saranno autorizzate a fermare immediatamente il mezzo, nel caso in cui venga accertata la presenza a bordo di passeggeri con sintomi Covid-19. In seguito agli accertamenti del caso, “il convoglio verrà sottoposto a sanificazione specifica prima di rimetterlo nella disponibilità di esercizio”

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0