Belgio: proteste a Bruxelles contro restrizioni anti-covid.

Durante le proteste a Bruxelles contro le restrizioni anti-covid sono avvenuti scontri tra polizia e manifestanti. Tra la folla anche rappresentati dei nazionalisti fiamminghi.

Belgio: proteste a Bruxelles contro restrizioni anti-covid. I fatti.

Le proteste contro le restrizioni anti-covid sono iniziate pacificamente alla stazione ferroviaria di Bruxelles Nord.

Il corteo, che secondo le autorità belga conta 35000 manifestanti, si è diretto verso il Palazzo Berlaymont, sede della Commissione Europea.

Proprio nei pressi del palazzo sono iniziati gli scontri tra i manifestanti e le forze di polizia.

La polizia belga ha risposto al lancio di oggetti condotto da un gruppo di manifestanti con lacrimogeni e cannoni ad acqua. (Fonte: Rai news)
La polizia belga ha risposto al lancio di oggetti condotto da un gruppo di manifestanti con lacrimogeni e cannoni ad acqua. (Fonte: Rai news)

A scatenare la risposta delle autorità è stato il lancio di oggetti condotto da un gruppo di individui. Questi si contraddistinguevano per i cappucci e le bandiere nazionaliste fiamminghe.

Il corteo, denominato “Insieme per la libertà”, è stato organizzato per protestare contro la decisione di vietare l’ingresso nei luoghi come bar e ristoranti ai non vaccinati.

Queste limitazioni sono viste come contromisure alla quarta ondata di coronavirus che sta investendo l’Europa e, in particolare, il Belgio.

 

Pierpaolo Pisciella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0