In arrivo il Green Pass rafforzato: “nuove” regole in vista del Natale

Il Governo si prepara a mettere in gioco la carta Green Pass rafforzato : è quanto emerso dal Consiglio dei Ministri, tenutosi nel pomeriggio al quale sta seguendo in questi minuti la conferenza stampa del premier Mario Draghi.

Un Consiglio dei Ministri che arriva alla fine di una lunga settimana di confronti tra il Governo e i governatori delle varie Regioni, che premevano per accelerare misure restrittive per salvaguardare le imminenti festività natalizie, sia per quanto riguarda l’economia che il benessere e la salute dei cittadini.

Misure, quelle del Green Pass rafforzato,  sul modello di Paesi europei, quali Germania ed Austria, che tuttavia come sottolineato dai dati, hanno una percentuale di vaccinati molto più bassa rispetto all’Italia, ma che, come dichiarato dal ministro Draghi in conferenza stampa, servono a mantenere quella “normalità” riconquistata in questi quasi due anni di impegno e sacrificio

Green Pass rafforzato : cosa accadrà dal 6 novembre?

Obbligo vaccinale

Green Pass rafforzato
Green Pass rafforzato

A partire dal 6 novembre sarà in vigore l’obbligo vaccinale già presente per alcune categorie, quali il personale sanitario e quello operante nelle RSA, che verrà esteso ad altre , quali quelle del personale non sanitario ma che lavora all’interno delle strutture ospedaliere, alle forze dell’ordine e al personale scolastico.

Estensione Green Pass

Oltre alle diverse strutture di svago (cinema, teatri, musei, discoteche, circoli ricreativi) e di ristorazione (bar e ristorazione), a partire dal 6 novembre il Green Pass sarà obbligatorio anche per accedere alle strutture ricettive, per il trasporto ferroviario regionale e interregionale, oltre che al trasporto pubblico locale. Inoltre, come annunciato nei giorni scorsi, la durata di validità del certificato verde sarà ridotta da 12 a 9 mesi

Questione Green Pass rafforzato

Nel nuovo decreto legge si parla anche di cambiamenti anche sulle modalità con il quale il certificato verde viene rilasciato, che da tre si riducono a due, ossia la guarigione da almeno 6 mesi da Covid-19 e la vaccinazione; una misura che entrerà in vigore immediatamente anche in zona bianca, senza attendere, come ipotizzato all’inizio, il passaggio di una o più Regioni in zona gialla.

Oltre alle nuove regole, restano in vigore quelle già vigenti quali quelle della mascherina, che resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca e obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa, cosi come le tipologie e la durata dei tamponi, antigenici e molecolari che potranno essere usati per ottenere il Green Pass solo per l’accesso ai luoghi di lavoro.

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0