Regole anti-Covid-19 per Natale: le decisioni del Governo

Si sta riunendo in questi minuti la cabina di regia voluta fortemente dal premier Mario Draghi per mettere in campo nuove regole anti-Covid-19 per le festività natalizie, al fine di contenere ed arginare l’aumento esponenziale dei contagi, dovuti anche alla variante Omicron, nonostante l’Italia sia ancora in una situazione più “protetta” rispetto ad altri Paesi Europei, dove la canmpagna vaccinale risulta essere molto più indietro e dove la nuova variante sta mettendo in ginocchio le strutture ospedaliere.

regole anti-Covid-19
regole anti-Covid-19

Quelle che si prospettano per gli italiani, a quanto emerge dalle indiscrezioni delle ultime ore, dopo le riunioni dello stesso premier dapprima con il Cts e in seguito con le Regioni, sarà un Natale all’insegna della sicurezza e della prudenza per non vanificare, come dichiarato più volte dallo stesso Draghi, i risultati raggiunti sinora grazie alle restrizioni e all’accelerazione della campagna vaccinale

Regole anti-Covid-19 per Natale: le nuove misure in arrivo 

Obbligo di mascherina all’aperto

regole anti-Covid-19
regole anti-Covid-19

Una delle prime decisioni del Governo riguarda l’utilizzo delle mascherine all’aperto, che diventerà obbligatorio, accogliendo così la richiesta fatta dalle Regioni, alcune delle quali avevano già introdotto l’obbligo nelle vie più affollate del centro, in vista delle festività. Inoltre verrà introdotto l’‘uso obbligatorio della mascherina FFp2 nei luoghi più affollati, tra i quali anche cinema, teatri, stadi e mezzi pubblici

Terza dose e Green Pass

regole anti-Covid-19
regole anti-Covid-19

Altra mossa importante è quella di accelerare il più possibile la somministrazione delle terze dosi, data la maggior efficacia nel contrastare le nuove varianti in primis Omicron: da qui la decisione di ridurre il lasso di tempo tra la seconda e la terza dose da 5 a 4 mesi, con conseguente riduzione della validità del Green Pass, che dal 1° febbraio non sarà più di 9 mesi, ma bensì 6, in quanto diversi studi hanno evidenziato come trascorso quel tempo sia ha un progressivo calo della protezione dei vaccini. 

Inoltre il Green pass rafforzato potrebbe essere esteso anche per il consumo al chiuso anche al banco.

Tamponi per i vaccinati: sì o no?

Da qui scaturisce anche un altro importante nodo da sciogliere, quello legato alla possibilità di tampone ai vaccinati per la partecipazione ad eventi, sul quale il Governo si è espresso sottolineando come “nel green pass c’è un periodo in cui la protezione delle prime due dosi decresce rapidamente e la terza non è ancora stata fatta

 

martina lumetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0