Variante Omicron, raggiunto il picco di contagi. Figliuolo: “si sta andando in discesa”

La variante Omicron, l’ultima in circolazione dopo la Delta, sta dilagando sempre più, tanto che a cavallo tra la fine di dicembre 2021 e l’inizio di gennaio 2022 alcune giornate hanno raggiunto una quota di 200.000 nuovi contagi giornalieri. A quasi due anni dall’inizio della pandemia causata dal Sars-CoV-2, periodo in cui si sono alternati momenti di apparente tranquillità a picchi improvvisi, forse si è arrivati a un momento di stabilità, nonostante l’evolversi dell’emergenza sanitaria sia sempre incerta.

Il generale Figliuolo sulla variante Omicron: “merito anche delle vaccinazioni”

Questa mattina il generale Francesco Paolo Figliuolo ha visitato il centro vaccinale del Portello, a Milano. Durante l’occasione si è espresso positivamente in merito all’attuale andamento dell’emergenza sanitaria. «Sembra che siamo arrivati al plateau della curva per ciò che riguarda l’Omicron e siamo in discesa», ha dichiarato alla stampa. Negli ultimi due giorni, stando all’analisi dei dati, negli ospedali lombardi si sono registrati più dimissioni che ricoveri, segno che qualcosa si sta muovendo nella giusta direzione.

 

Variante Omicron
Il generale Figliuolo (fonte: Open) – Politically Uncorrect

 

Figliuolo, che è commissario straordinario all’emergenza covid, ha attribuito questo risultato anche alla campagna vaccinale, in atto da ormai quasi un anno. Dati alla mano, l’87% della popolazione è completamente vaccinata e si stima che almeno 39 milioni di persone abbiano ricevuto il booster (la cosiddetta terza dose). L’immunizzazione della maggioranza della popolazione avrebbe quindi tamponato, in un certo senso, il dilagare della variante Omicron e attutito esponenzialmente i suoi effetti sui contagiati, che sono spesso asintomatici o con sintomi molto lievi. Variante che, attualmente, avrebbe raggiunto il suo massimo picco di contagi, che si stanno stabilizzando in questo periodo.

Martina Zennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0