Beppe Vessicchio è positivo al covid 19 e Alexa lo candida al Quirinale

Beppe Vessicchio al quirinale? Secondo Alexa si

Mentre i politici faticano a trovare un’intesa sul nome del nuovo presidente della Repubblica, c’è chi invece ha le idee più chiare riguardo un unico candidato: Beppe Vessicchio. Il nome del direttore d’orchestra che a breve rivedremo sul palco del Teatro Ariston di Sanremo è la scelta di Alexa, l’intelligenza artificiale di Amazon.

Negli ultimi giorni, alla domanda “Alexa scegli un presidente della Repubblica”, l’assistente risponde senza esitazione:

“Direi una persona che sa mettere d’accordo tutti gli italiani, accordarli tutti. Ecco, propendo per un grande direttore d’orchestra: io scelgo Beppe Vessicchio”

Beppe Vessicchio
Beppe Vessicchio

Proprio l’assistente di Amazon era citata ironicamente in questi giorni in alcune vignette, come la sola che potesse indicare un candidato ideale per il Quirinale. Il diretto interessato, che avrebbe già ricevuto delle preferenze nel vero voto per il Quirinale in uno dei primi scrutini, ha reagito divertito:

 “È da lunedì che mi arrivano messaggi e video con la risposta di Alexa. Io l’ho mandato anche a Luciana Littizzetto, perché lei già domenica aveva scherzato sul fatto che metto d’accordo tutti e che sto bene anche sulle banconote per la mia somiglianza con il Giuseppe Verdi ritratto sulle mille lire.

Hanno approfittato secondo me anche dell’attesa del festival di Sanremo. Mi ricordo sempre quel film dove uno si ritrova a fare il presidente per caso. Comunque dovessi andare al Quirinale, come prima cosa cercherei di far fare pace a tutti. C’è un’aria tossica in giro, data dalla paura e dall’incertezza. Bisogna tornare ad essere fiduciosi”

Ma non è tutto. A quanto pare Beppe Vessicchio avrebbe annunciato di essere positivo al Covid da diversi giorni e di essere in attesa di un tampone negativo per Sanremo.

“Sono a casa positivo, senza grandi sintomi. Ho dovuto mandare un sostituto a fare le prove con Le Vibrazioni. Spero entro lunedì di riacquisire la libertà e poter raggiungere Sanremo in tempo per il Festival. Ho ancora un po’ di raucedine e quindi voglio aspettare a fare il tampone ancora un paio di giorni. Non voglio rischiare di risultare ancora positivo.

Quest’anno con la enorme diffusione del virus è forse ancora più complesso dell’anno scorso. Hanno avuto già diversi casi nell’orchestra e nel coro. E nel coro, che prova e si esibisce naturalmente senza mascherina, ogni volta si dovrebbe far stare a casa tutti per diversi giorni e convocare altri. Ci vuole grande pazienza. Ma io sono fiducioso”

Elena Ciccarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0