Crisi Ucraina: Putin riconosce l’indipendenza delle repubbliche del Donbass

In un discorso durato quasi un’ora il presidente Vladimir Putin riconosce l’indipendenza delle repubbliche del Donbass. 

Crisi Ucraina: Putin riconosce l’indipendenza delle repubbliche del Donbass. La nuova mossa del Cremlino.

Continua l’escalation in Europa orientale. Vladimir Putin in un lungo discorso di quasi un’ora annuncia che riconoscerà le repubbliche del Donbass, le secessioniste Lugansk e Donetsk.

Crisi Ucraina. I territori separatisti nel Donbass ricevono il riconoscimento della loro indipendenza da Putin. Nelle ultime ore si sono verificati scontri tra i separatisti e l'esercito di Kiev, mentre la Russia cerca un prestato per poter intervenire direttamente in Ucraina. (Fonte: ISPI)
Crisi Ucraina. I territori separatisti nel Donbass ricevono il riconoscimento della loro indipendenza da Putin. Nelle ultime ore si sono verificati scontri tra i separatisti e l’esercito di Kiev, mentre la Russia cerca un prestato per poter intervenire direttamente in Ucraina. (Fonte: ISPI)

Nonostante i tentativi di aprire un dialogo tra Mosca e l’Occidente per risolvere le tensioni tra Russia e Ucraina, la decisione sul Donbas sarà presto ratificata dal governo russo.

Nel discorso il presidente Putin ha spiegato le ragioni del riconoscimento di Lugansk e Donetsk e ha colto l’occasione per attaccare il governo ucraino.

Infatti ha ricordato che l’Ucraina moderna è stata “creata” dalla Russia e ha ribadito che l’adesione di Kiev alla Nato sarebbe “una minaccia diretta alla sicurezza della Russia”.

La stessa Nato, secondo Putin, ha ignorato i timori russi sulla sicurezza. Infine ha accusato, senza prove, l’Ucraina di essere un “burattino” degli Usa e di avere un governo corrotto.

Dopo aver lanciato questi attacchi ha firmato i documenti che sanciscono il riconoscimento dell’indipendenza delle repubbliche del Donbass ha esortato io Parlamento russo a ratificarlo il prima possibile.

Vladimir Putin, al termine del discorso, ha detto:

“Sono sicuro che avrò il supporto del popolo russo. Grazie.”

Crisi Ucraina: Putin riconosce l’indipendenza delle repubbliche del Donbass. La reazione dell’Occidente.

Mentre il presidente russo annunciava la sua decisione, la Francia ha contattato Volodymyr Zelensky per coordinare le mosse nell'escalation sul fronte orientale dell'Ucraina. La Francia, così come Germania e Gran Bretagna, si sta particolarmente impegnando sul versante diplomatico per portare la Nato e la Russia sul tavolo delle trattative. (Fonte: ANSA)
Mentre il presidente russo annunciava la sua decisione, la Francia ha contattato Volodymyr Zelensky per coordinare le mosse nell’escalation sul fronte orientale dell’Ucraina. La Francia, così come Germania e Gran Bretagna, si sta particolarmente impegnando sul versante diplomatico per portare la Nato e la Russia sul tavolo delle trattative. (Fonte: ANSA)

La mossa di Putin ha avuto una grande eco in Occidente. In Ucraina il presidente Volodymyr Zelensky ha convocato il Consiglio di sicurezza e difesa nazionale.

L’Unione Europea e la Nato hanno prontamente condannato la decisione di Putin e già si sono schierate al fianco di Kiev per garantirne la integrità territoriale.

Ursula Von der Leyen, la presidentessa della commissione europea, ha affermato:

“Il riconoscimento dei due territori separatisti in Ucraina e una violazione sfacciata della legge internazionale, dell’integrità territoriale dell’Ucraina e degli accordi di Minsk. L’Ue e i suoi partner reagiranno con unità, fermezza e determinazione in solidarietà con l’Ucraina.”

Per la Nato ha parlato il segretario generale Jens Stoltenberg che ha continuato ad accusare Mosca di cercare un pretesto per invadere l’Ucraina.

“Io condanno la decisione della Russia di estendere il riconoscimento all’auto-proclamata “Repubblica popolare di Donetsk” e alla “Repubblica popolare di Lugansk.”

Inoltre Stoltenberg afferma:

“Ciò mina la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina, erode gli sforzi verso una risoluzione del conflitto, e viola gli accordi di Minsk, dei quali la Russia fa parte.”

Infine gli Stati Uniti hanno dato proibito qualsiasi investimento, commercio o finanziamento da parte di cittadini americani verso, da, o nelle due regioni secessioniste.

Il Senato americano sta già lavorando sulla “madre di tutte le sanzioni” da applicare nel caso la Russia invada l’Ucraina.

Crisi Ucraina: Putin riconosce l’indipendenza delle repubbliche del Donbass. Aggiornamenti.

Vladimir Putin ha inviato le unità schierate ai confini con l’Ucraina nelle Repubbliche del Donbass per “operazioni di peacekeeping“.

Pierpaolo Pisciella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

google.com, pub-1977910587878590, DIRECT, f08c47fec0942fa0